Civitanova, 29 aprile 2017 - Oltre 107 Paesi di tutto il mondo saranno collegati con il PalaLottomatica di Roma per trasmettere in televisione la Final four di Champions League. Per la pallavolo e per le quattro squadre finaliste – fra cui la Cucine Lube Civitanova – sarà un grande spot promozionale. Lo sarà pure per la città e il territorio che esse rappresentano: Civitanova, il Maceratese e le Marche, da un lato; Perugia e l’Umbria, dall’altro. Il cuore, se vogliamo, dell’Italia centrale che, colpita profondamente dal terremoto, ha bisogno di rialzare la testa e di ripartire con fiducia, schiacciando la paura delle continue scosse. Se poi la Lube dovesse vincere, sarebbe davvero un trionfo. E non solo per quell’esercito biancorosso che, fra oggi e domani, raggiungerà la città eterna con i pullman organizzati dalla società (tre sono in partenza stamattina dall’Eurosuole Forum), con il treno o con mezzi propri.

Si contano almeno un migliaio di tifosi al seguito della formazione di Blengini, pronti a colorare di rosso una bella fetta dello storico impianto capitolino, costruito nel quartiere dell’Eur alla fine degli anni ’50 (per i Giochi olimpici di Roma 1960) e capace di accogliere almeno 10 mila spettatori. Tra loro ci saranno pure tanti civitanovesi, a cominciare dal vicesindaco Giulio Silenzi: «Sì, vado innanzitutto come appassionato – ci dice – e poi come amministratore in rappresentanza della città. Parto con uno stato d’animo diverso rispetto a quello di un anno fa per la Final four di Cracovia, perché questa Lube sta dando veramente soddisfazione a tutti i sostenitori, grazie a una stagione impeccabile e a scelte lungimiranti.

Certo, ogni gara ha una storia a sé, tutta da scrivere, ma la squadra di quest’anno è sempre stata all’altezza delle aspettative. In ogni caso, partecipare a una finale scudetto e a una Final four di Champions League è prestigioso di per sé. E il fatto di vedere il nome di Civitanova accanto a quello della Lube, sia sui media nazionali sia a livello internazionale, è per noi grande motivo di orgoglio. Tutto ciò, infatti, accresce il brend, l’immagine attrattiva di Civitanova». Intanto, il PalaLottomatica sembra andare verso il tutto esaurito: ieri mancavano solo poche centinaia di biglietti ancora da vendere ai botteghini. La Sir Safety Perugia, club organizzatore della manifestazione, ha già incassato 450 mila euro: un record in Italia per le gare di pallavolo.