Civitanova Marche (Macerata), 13 giugno 2017 - La Lube Civitanova under 18 è campione d’Italia. I cucinieri vincono il loro 15esimo titolo italiano giovanile, scrivendo il proprio nome per la terza volta nell’albo d’oro della categoria. La finalissima è una gara spettacolare, in cui il gioco viene condizionato dal rendimento al servizio e a seguire dalla correlazione muro-difesa. In avvio di primo set le due avversarie si studiano e la gara evolve in un testa a testa che esalta il palaAllende di Fano, gremito in ogni ordine di posti. Nel pubblico molti vip del volley, tra cui anche Luca «Bazooka» Cantagalli, che tifa per suo figlio Diego, in campo con i biancorossi di Gianni Rosichini e Alessandro Paparoni, i quali chiudono il primo set sul 25-23.

Nella seconda frazione, entrambe le formazioni cercano di forzare il più possibile in battuta e gli errori si susseguono: la Lube si affida al mani e fuori e agli attacchi di seconda linea (14-11), ma la Materdomini, con muro a uno sul centro e un ace di Di Santo, pareggia il conto (15-15). Si procede punto a punto fino ai vantaggi, che premiano i cucinieri grazie ai centrali (attacco stampato e un mani e fuori); finisce 29-27. Il terzo set prende da subito un’altra piega. La stanchezza si fa sentire, ma la Lube rimane sempre avanti nel punteggio, tenendo l’avversario a una certa distanza: dal 17-12 in suo favore, però, passa al 17-15; il coach Rosichini chiama time out, la squadra respira, allunga di nuovo (20-16).

La Materdomini usa le ultime energie per portarsi sul 20-18, finché il muro di Recine (21-18) e una bomba dal centro non portano i biancorossi a due punti dal titolo. Recine in battuta, scambi lunghi e il tentativo di pallonetto di Castellana propiziano il 24-19; il nastro infine aiuta i pugliesi regalando l’ultimo sussulto alla gara (24-20); poi, con un attacco perfetto, la Lube sale sul podio del vincitore. «È stato un torneo di buon livello – ha detto il capitano e top scorer dei cucinieri, Francesco Recine, dopo avere alzato il trofeo – in cui abbiamo mostrato il nostro gioco in tutte le partite, riuscendo a non perdere neppure un set. La finale è stata la gara più sudata e pure combattuta, ma alla fine noi siamo stati bravi a vincere proprio grazie al nostro gioco».

 

Lube Civitanova: 3 - Castellana Grotte: 0

Parziali: 25-22, 29-27, 25-20

Cucine Lube Civitanova: Santambrogio 4, Bussolari 6, Recine 15, Gardini 11, Trillini 6, Storani, Cantagalli 11, Federici (L), Crispiani (L). N.e. Larizza, Di Silvestre, Furiassi, Ferri e Bernacchini. All. Rosichini – Paparoni.

Materdomini Castellana Grotte: Campana 1, Palmisano, Disabato 15, Catania (L), Sportelli 3, Lavia 14, Ristani 9, Gargiuolo 7. N.e. Gianluca, Scardia, De Angelis, Lopardo e Di Carlo (L). All. Finizza.

Arbitri: Rossi e Marconi.