Jesi (Ancona), 4 ottobre 2017 - Un bel souvenir rosso in vetrina ma è un falso minerale composto del pericolosissimo cromo esavalente: scatta il sequestro dei militari del Nucleo investigativo di Polizia Ambientale e Forestale e il negoziante viene denunciato per frode nell'esercizio del commercio.

Uno di questi souvenir venduto come è stato acquistato lo scorso 23 agosto da una cittadina ignara del pericolo per la salute umana, mentre un secondo minerale era ancora esposto nella vetrina nel negozio a Jesi. Gli accertamenti tecnici sul minerale acquisito dai militari sono stati svolti dall’Università di Camerino, che ha effettuato analisi dettagliate con utilizzo di raggi X, nel laboratorio di Mineralogia. E’ stato appurato che quel rosso conteneva dicromato di potassio, prodotto cancerogeno, mutageno e tossico. Il titolare rischia una condanna fino a due anni di reclusione.
.