Fano (Pesaro), 1 settembre 2017 - Il ritorno del Palabrodetto con i suoi spettacolari cooking show, la grande novità dei tre gemellaggi culinari (di cui due internazionali) e il raddoppio della musica live con due palchi separati per altrettanti differenti palati. E poi i convegni, le lezioni di cucina, i talk show e lo spazio tutto dedicato ai più piccoli.

Il Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce in programma dal 7 al 10 settembre sul Lungomare Simonetti di Fano, torna quest’anno a farsi palcoscenico della cultura gastronomica internazionale e ambasciatore della tradizione marinara locale. Per festeggiare i suoi 15 anni, la kermesse organizzata dalla Confesercenti propone tante gustosissime novità che, da un lato rispondono alla spettacolarizzazione di un’identità culturale, dall’altra guardano con occhi sempre nuovi ad una internazionalizzazione di questa identità.

La manifestazione, infatti, forte ormai della storia del suo successo, ha messo in piedi molte importanti collaborazioni con realtà italiane e straniere ed in particolare con il ‘Cacciucco Pride di Livorno’, con l’‘Apatinske Ribarske Veceri di Apatin’ (Serbia) e, in onore della Fideuà, anche con Gandia (Spagna).

Al caciucco sarà dedicato il cooking show di venerdì 8 settembre: alle 20 il palco centrale ospiterà, la chef livornese Olimpia Nocera che porta a Fano non solo la zuppa di pesce toscana, ma anche l’occasione di un profondo confronto tra marinerie dalle tradizioni molto differenti. Con la zuppa di Apatin invece per la prima volta in quindici anni, la tradizione delle zuppe di pesce si getta dal mare al fiume dopo un viaggio di oltre 1.000 km. A questa ricetta col pesce del Danubio e a quella spagnola della Fideuà di Gandia il Festival del Brodetto dedica la serata Internazionale di sabato 9 settembre: alle 20 il palco centrale ospiterà, infatti il doppio cooking show di Serbia e Spagna. Uno spettacolo da non perdere.

Altri due gli appuntamenti importanti con lo spettacolo della cucina sul palco. Giovedì 7, infatti, protagonista del cooking show di apertura sarà il mitico Giorgione, al secolo Giorgio Barchiesi, protagonista della trasmissione «Giorgione - Orto e Cucina», su Gambero Rosso Channel.

Mentre in chiusura della kermesse fanese, invece, domenica 10 settembre, protagonista della serata sarà Andrea Mainardi, Chef Maina, proprietario del primo ed unico ristorante italiano con un solo tavolo (Officina Cucina – Brescia), conduttore di ‘Ci Pensa Mainardi’ e ospite fisso de ‘La Prova del Cuoco’. Molti altri gustosissimi appuntamenti saranno in calendario alla Spiaggia del Gusto nei quattro giorni della manifestazione, presentati dalla voce della «storica» trasmissione Decanter di Radio2 Federico Quaranta. Come da tradizione il Festival ospiterà lezioni di cucina marinara, quest’anno per la prima volta in collaborazione con la Confraternita del Brodetto (si chiude così un’annosa querelle su chi promuova meglio il piatto della tradizione) e quattro coinvolgenti presentazioni di libri, una per sera. Da non perdere poi poi l’appassionante seconda edizione della gara tra cuochi non professionisti «El brudet de casa – premio Bcc Fano» che vedrà quattro coraggiosi fanesi cucinare in diretta sul palco centrale della manifestazione venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 settembre prossimi finché… non ne rimarrà soltanto uno.