Fano (Pesaro e Urbano), 12 agosto 2017 - La piccola Chiesa della Gran Madre di Dio a San Lazzaro non ce l'ha fatta a contenere il mare di gente che vi si è riversato questa mattina per i funerali di Bigio Ricci, il bagnino eroe morto per salvare tre turisti milanesi che si erano avventurati in acqua con la bandiera rossa. 

Centinaia di persone sono rimaste fuori sul sagrato ad attendere che uscisse quella bara portata a spalla dai colleghi che si sono presentati al mesto appuntamento con la divisa d'ordinanza, la maglietta rossa del salvataggio. Decine di applausi per quell'uomo generoso hanno interrotto il rito e poi un lungo suono di fischietto per omaggiare Bigio. "Ho già scritto la lettera da inviare al Prefetto e al ministero perché gli venga riconosciuta la medaglia d'oro al valore civile" ha annunciato al termine della Messa il sindaco di Fano Massimo Seri che di Bigio era anche un amico da sempre (FOTO).

Intanto in città il lutto cittadino proclamato si è concretizzato con i negozi chiusi in via Cavour dove c'è la storica enoteca Ricci e con i commercianti che hanno spento le luci dei loro negozi. "Grazie Bigio per il tuo esempio" l'ultimo saluto di Enzo Maggi presidente dell'Associazione Maredentro per la quale il bagnino eroe lavorava.