Pergola, 6 novembre 2017 - Notte di caccia ai ladri a Pergola, quella tra sabato e domenica scorsi, e oltre ai carabinieri vi hanno partecipato anche il sindaco Francesco Baldelli, il fratello Antonio e un gruppo di loro amici. Mancava poco alle 20 quando un residente in località Zoccolanti, alla periferia della città dei Bronzi, ha chiamato al cellulare il primo cittadino per avvertirlo che a casa sua c’erano appena stati i ladri.

Baldelli ha allertato subito i carabinieri e contemporaneamente si è diretto verso l’abitazione dell’uomo. Poco dopo gli stessi malviventi hanno compiuto un blitz in una seconda casa della zona, riuscendo anche in questo frangente a dileguarsi, favoriti dal buio e dalla presenza di un’ampia boscaglia. Intorno alle 22 proprio il sindaco e le persone che erano con lui hanno udito nitidamente i passi di alcuni uomini in mezzo alla vegetazione e hanno dato indicazioni ai militari, i quali pur raggiungendo rapidamente l’area non sono riusciti ad intercettare i componenti della banda.

Le ricerche sono proseguite fino alle 3 di notte e sia pure non culminate nella cattura dei delinquenti sono sicuramente servite a metterli in fuga e a farli desistere da altre azioni criminose. La mattina successiva con un post Facebook l’amministrazione comunale di Pergola ha ringraziato i carabinieri perché “nonostante siano rimasti con pochi uomini, pochi mezzi e pochi fondi, hanno dimostrato ancora una volta il loro senso del dovere e la loro grande professionalità, mettendo a rischio la propria incolumità per la difesa della sicurezza e delle proprietà della nostra comunità”.