Fano, 27 dicembre 2017 - Cacciatori salvano da morte certa un giovanissimo capriolo. E’ accaduto ieri a Monte Ricco di Mondavio, dov’era in atto una cattura di lepri: gli animali vengono indotti a dirigersi (senza l’uso di fucili e cani) verso delle reti per poi essere trasportati e rilasciati in un’altra area.

A un certo punto della procedura, diretta dalla guardia venatoria Leonardo Falcinelli, l’attenzione di alcuni cacciatori, fra i quali Federico Talè, è stata attirata da un piccolo capriolo, immobile in mezzo all’erba. Avvicinatisi, hanno notato che il giovane cervide, di non più di 6 mesi, nonostante fosse in apparente ottima salute, continuava a rimanere fermo, segno inequivocabile di un problema fisico (FOTO).

Immediata, a quel punto, la richiesta d’intervento al Cras di Urbino, che ha inviato sul posto Maurizio Saltarelli, il quale ha recuperato l’animale per sottoporlo alle cure veterinarie. La cattura delle lepri, nel frattempo, è passata del tutto in secondo piano. 

s. fr