Colli al Metauro, 17 luglio 2017 - Tantissima gente stamattina ha reso l’estremo saluto all’imprenditore Loris Fraticelli (83 anni) e a sua moglie Adriana Casciero (73), morti a seguito dell’incidente verificatosi la sera dell’8 luglio a Calcinelli, all’incrocio tra via Ungaretti e via Ponte Metauro. Un urto tremendo, col furgone della coppia centrato sulla fiancata destra dalla Lancia Delta condotta dal senigalliese Enrico Turchi (30 anni), che non ha rispettato lo stop e che nei minuti successivi è risultato positivo all’etilometro, con una concentrazione di alcol nel sangue di 1,61 g/l; il triplo del consentito. Adriana ha perso la vita sul colpo, il marito dopo un’agonia di un giorno e mezzo. La chiesa Santa Croce di Calcinelli non ce l’ha fatta a contenere tutti coloro che hanno voluto testimoniare affetto ai tre figli dei Fraticelli: Roberto, Paola e Massimo, stretti insieme alle rispettive famiglie attorno alle bare dei loro genitori. Una accanto all’altra, come uno accanto all’altra sono stati per oltre 50 anni Loris e Adriana, che coronarono il loro sogno d’amore il 4 giugno del 1967. Al rito, officiato da don Giuseppe Monaco (“Abbiamo la serena certezza che vivranno accanto al Signore”, le sue parole di speranza cristiana) hanno assistito anche molti imprenditori, amministratori e rappresentanti delle forze dell’ordine. Tra loro anche il neo sindaco di Colli al Metauro Stefano Aguzzi e il comandante dei carabinieri di Saltara: luogotenente Antonello Pannaccio. Dopo il rito funebre Loris e Adriana sono stati sepolti nella cappella di famiglia al cimitero di Montemaggiore al Metauro. Intanto, il responsabile dell’incidente mortale è agli arresti domiciliari.