Fano, 9 novembre 2017 - Hanno rubato un furgone e con quello messo a segno una raffica di furti a Bellocchi. Poi lo hanno abbandonato in via Papiria dove gli agenti del commissariato di Fano l’hanno ritrovato nelle prime ore di ieri, prima che facesse giorno.

I ladri che hanno agito nottetempo nel popoloso quartiere a nord della città, hanno razziato due capannoni industriali che si trovano nei pressi della Dominator: da uno hanno asportato trapani e tutto il materiale che poteva essergli utile per ulteriori scassi; nell’altro si sono dovuti accontentare degli spiccioli della macchinetta del caffè e delle merendine.

«A mio padre hanno scassinato la macchina, ma senza lasciare segni – racconta la 33enne Ramona Rossini -: devono essere esperti, ma sfortunati. Al mattino l’Astra era ancora parcheggiata nella XVII strada, ma il portafogli era in fondo alla via, svuotato dei pochi euro, con le carte sparse in un giardino. Ce l’ha riportato una vicina. Mi hanno detto che una cosa identica è successa anche nella XXIX strada… e che poi hanno rubato anche un’auto, ripulendola di tutto, e hanno tentato di sottrarre anche un furgone». Non ci sono riusciti perché non è partito e in più perché alle 6 di mattina una residente ha lanciato l’allarme, notando dei ragazzi sospetti aggirarsi intorno a quel mezzo di lavoro. Per questo la polizia di Fano, diretta dal vice questore aggiunto Simone Pineschi, ha fermato tre minorenni, uno con precedenti per furto. Sono due italiani di 16 anni e uno straniero di 17 su cui la polizia fa accertamenti. 
ti.pe.