Fano, 10 dicembre 2017 - Alle 8 di ieri questa mattina, la veranda di un camper parcheggiato in via Fratelli Zuccari ha preso fuoco. Colpa di un caricabatteria lasciato acceso sul tavolo. Danni alla tenda, molto fumo e la certezza che al proprietario, un 60enne di Cantiano, sia andata bene perché non si era accorto di nulla. E’ stato svegliato infatti dai vigili del fuoco chiamati poco prima da alcuni passanti che vedevano uscire fumo nero dalla veranda.

Ma per i pompieri neppure il tempo di finire di spegnere questo incendio ed ecco che è stato necessario intervenire di corsa per spegnere un altro incendio divampato in via Roma (FOTO). Una vecchia Fiat Punto alimentata a metano, qualche attimo dopo averla parcheggiata, è stata avvolta dalle fiamme per un corto circuito improvviso. Il pur tempestivo intervento dei vigili del fuoco, a quel punto arrivati da Pesaro perché la squadra di Fano era ancora impegnata col camper, non è servito a salvare la vetture.

E altro allarme incendio nel primo pomeriggio, alle 15, lungo Corso Matteotti. Bruciavano delle scarpe esposte nella vetrina Donati shoes. Anche qui, sono stati dei passanti a chiamare i vigili del fuoco. All’arrivo, essendo il negozio chiuso, è stato necessario rompere il vetro della porta d’ingresso e spegnere prontamente le scarpe in fiamme. Si è visto che a propagare il fuoco era stato un cero ornamentale lasciato inavvertitamente acceso. I danni sono stati contenuti.

Ultimo intervento dei vigili del fuoco ieri pomeriggio in piazza XX Settembre per un odore di gas. L’allarme era arrivato dal Buburger. I pompieri e i tecnici del gas non hanno rilevato alcunché. Si trattava di odori provenienti dal sistema fognario.