Fano, 12 settembre 2017 - Al via la raccolta firme per il parco di Fenile. La sottoscrizione, promossa dai cittadini di Fenile, Roncosambaccio, Carignano e Sant’Andrea in Villis, ha come obiettivo quello di salvaguardare uno spazio di aggregazione in progressivo degrado. La raccolta ufficiale delle firme prenderà il via questa mattina, dalle 11, nei locali della parrocchia o nel parco adiacente al campo sportivo. Incuria e maleducazione sono i principali responsabili dello stato in cui si trova il parco che, per ultimo, ha perso anche lo scivolo. Ma le famiglie lamentano anche la poca attenzione da parte del Comune. A seguito della segnalazione di un genitore sulla scarsa sicurezza del gioco, lo scivolo è stato rimosso e ancora non sostituito. I soldi per comprarne un nuovo, al momento non ci sono, ma l’assessore ai Lavori pubblici Cristian Fanesi «chiede pazienza» e assicura l’impegno entro la fine dell’anno a trovare risorse sufficienti per acquistare il nuovo scivolo da destinare al parco di Fenile.

La petizione dei cittadini non punta solo a sollecitare nuovi arredi, ma ad «assicurare la loro manutenzione» e a chiedere che «il Comune metta a bilancio risorse per pervenire nuovi e ulteriori atti vandalici nel parco». Da escludere, al momento, l’installazione di una telecamere, perché ovviamente gli sforzi del Comune sono stati concentrati a potenziare la videosorveglianza nelle principali via d’accesso alla città. I cittadini che usufruiscono del parco vorrebbero da parte dell’Amministrazione comunale l’impegno ad «una migliore manutenzione del verde e che si valuti la possibilità di una gestione del parco in collaborazione con realtà private sul modello del chiosco-bar dei Passeggi». Alla fine di luglio è stata anche presentata una interrogazione da parte dei consiglieri di Fano5Stelle che hanno posto all’Amministrazione comunale gli stessi quesiti alla base della raccolta firme.

an. mar.