Fano, 7 settembre 2017 - All’inaugurazione della Festa della Sostenibilità, lo scorso week end, i fedeli lo hanno visto molto dimagrito. Per questo alcuni di loro si sono preoccupati e hanno iniziato a domandarsi e domandare come stesse il vescovo Trasarti.

Così nelle ultime ore hanno iniziato a circolare voci allarmanti sulle condizioni di salute del pastore della Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola. Dopo il ricovero di agosto per un virus che se non preso in tempo poteva rivelarsi pericoloso, l’equipe medica che lo ha in cura ha ritenuto necessario continuare a monitorare il vescovo, sottoponendolo ad un ulteriore ciclo di terapia per stabilizzare la precedente situazione.

“Nulla di grave – ha detto ieri al telefono Trasarti –. Certo non fa piacere ma sono tranquillo. Ho perso tanti chili e la gente si preoccupa, ma io sono sereno. Tra sei mesi vediamo”.

Gli impegni pastorali del vescovo rimangono invariati, perché anche con otto chili di meno Trasarti è sempre vivace di testa e pimpante di spirito. Così sabato alle 18, nella parrocchia di Lucrezia presiederà la messa in occasione dell’ingresso del nuovo parroco don Marco Mascarucci e domenica sempre alle 18, nellla parrocchia di Rosciano presiederà la celebrazione eucaristica per l’ingresso di don Federico Tocchini, nuovo parroco di Rosciano-Centinarola.