Fano (Pesaro e Urbino), 23 maggio 2016 - Mezzi e strumenti agricoli, dimostrazioni di volo di rapaci, rievocazioni di antichi mestieri, esibizioni equestri, fattorie didattiche, degustazioni di bianchello ed una stupenda mostra sulle specie del Parco Fluviale del Metauro. La due giorni di Fiera agricola che si è svolta al Codma di Fano in occasione di Fano Geo è stata un successo di proposte.

Dopo la giornata del sabato dedicata alla riuscitissima didattica per le scuole, la domenica, anch'essa baciata dal sole, ha attirato tantissime famiglie, turisti, esperti del settore e semplici curiosi da tutta la provincia, i quali hanno potuto trascorrere alcune ore immersi nel mondo dell'agricoltura, spiegato e illustrato a 360 gradi.

Grande successo per le esibizioni di volo dei rapaci che hanno incantato i presenti con evoluzioni aeree, picchiate e virate riscuotendo un grande apprezzamento. Un successo anche le dimostrazioni equestri a cura del circolo ippico Metauro, novità assoluta del 2016, che verrà di certo riproposta nelle edizioni future. Emozionante il “battesimo della sella”, proposto dalle Giacche Verdi, che ha permesso a tanti bambini, ma anche a diversi adulti, di salire a cavallo per la prima volta, sotto gli occhi attenti degli istruttori. Le due giornate di fiera agricola ha permesso ai visitatori di fare anche un tuffo nel passato. Oltre all'esposizione di strumenti e di mezzi agricoli d'epoca, suggestiva è stata la dimostrazione degli antichi lavori: tecniche agricole del passato, ormai sostituite da nuove e moderne metodologie, sono state riproposte ai presenti per mantenerne intatto il ricordo e non perdere le tradizioni.

“Siamo davvero soddisfatti di come sia andato l'evento – ha commentato il presidente della Proloco Fano, Etienn Lucarelli -. Non solo per l'affluenza di visitatori ma per l'interesse con il quale hanno visitato le varie aree tematiche presenti all'interno della manifestazione. Quest'anno abbiamo capito che il mondo agricolo è ancora in grado di attirare davvero tante persone che non vogliono perdere il legame con un settore che ha permesso alla città di svilupparsi e che anche oggi rappresenta un importante punto di riferimento, anche per il richiamo alle tradizioni. È giunta l'ora però di fare un ulteriore salto di qualità e fare arrivare l'evento dove merita di stare e per fare questo è necessario che i veri attori dell'agricoltura ci supportino per dare un valore aggiunto a questa manifestazione. Manca ancora una rappresentazione dei mezzi moderni, manca ancora una vera spinta da parte dei produttori locali, cresciuta solo marginalmente e solo da parte di alcuni che hanno mostrato di credere nel progetto; nella giornata di ieri abbiamo avuto visite dal Riminese di attori interessati a partecipare, spero che non si debbano coinvolgere questi a discapito dei locali".

Terminata fiera agricola, Fano Geo si sposta nei campi dove sarà possibile vedere e toccare con mano il vero lavoro della terra. Appuntamento martedì 24 maggio alle 15 con le “Giornate del grano 2016”, visita in campo varietale, situato nei pressi della cooperativa Falcineto, composto da grano duro, grano tenero ed orzo per un totale di 31 varietà su un terreno coltivato dalla cooperativa Falcineto. Il momento è organizzato dal Consorzio Agrario Adriatico. Giovedì, sempre alle 15, via alle prove in campo di aratura, raffinatura e semina dove sarà possibile vedere, nel campo del Falcineto Park, mezzi “New Holland” - “Nardi” e “Kuhn” per una dimostrazione pratica di mezzi agricoli di ultimissima generazione.

La settimana Fano Geo terminerà con la 37^ Festa della Mietitura che si svolgerà il 28 e il 29 maggio al Falcineto Park. La manifestazione, organizzata dalla cooperativa Falcineto sarà un mix tra rievocazioni storiche e serate danzanti per un finale che celebrerà al meglio l'agricoltura fanese.