Fano, 9 ottobre 2016 - E’ fanese «La Bella d’Italia». Si chiama Chiara Mancini ed ha 17 anni la vincitrice del concorso nazionale che ha visto ben 105 giovani e bellissime finaliste (selezionate in tutte le regioni di Italia) contendersi la fascia di miss. Ma nella finale di Scalea andata in scena qualche tempo fa sono stati i grandi occhi e il dolce sorriso della Mancini a conquistare la giuria. Figlia d’arte nel mondo della bellezza (la madre è Paola Petrucci, molto nota in città per essere la bella istruttrice di danza del ventre che ha partecipato anche al film «Gli Sbancati 2» del regista fanese Henry Secchiaroli) Chiara frequenta il IV anno all’Istituto tecnico commerciale Battisti.

Per il suo futuro ‘La Bella d’Italia 2016’ sogna il cinema e per questo ha già iniziato a frequentare un corso di recitazione e canto, senza però rinunciare all’università di Economia. Ora Chiara spera che il suo essere diventata testimonial del concorso che quest’anno l’ha incoronata (e che ha anche una versione invernale «La Bella d’Italia delle Nevi») la porti a mettersi in luce con inviti e sfilate. Intanto ieri è stata accolta in comune dal sindaco Massimo Seri e l’assessore alle Politiche Giovanili Caterina Del Bianco che hanno voluto congratularsi con lei per la straordinaria affermazione. «Nonostante le critiche che si fanno ai concorsi di bellezza, consiglio a tutte di fare questa esperienza perché permette alle partecipanti di esprimere loro stesse ed il loro potenziale» ha commentato la giovane accompagnata dal manager Francesca Cecchini, che l’ha seguita lungo tutto il percorso. «E’ stata una bellissima esperienza che mi ha aiutato a superare tante mie insicurezze e la mia grande timidezza».