Fano (Pesaro e Urbino) 6 marzo 2016 - Dal sogno alla realtà. Il musical made in Fano arriva al teatro Orione di Roma per quattro date di sicuro sold out. Si era capito sin dal suo debutto che “Il Re Leone nel regno di Simba” della compagnia Neverland aveva tutte le carte in regola per il successo.

E infatti, dopo essere stato inserito nei cartelloni ufficiali di teatri come quello di Pergola (accanto ai nomi di Max Giusti e l'Osr) ed Ostra (dove sarà in scena il 23 e 24 marzo), ora è entrato a far parte anche del circuito di TeatroLandia srl, il talent scout italiano del teatro per bambini che gravita su strutture da 1500 posti come il Teatro Politeama di Genova, l'Alfieri di Torino e il Della Luna di Milano.

E così quello che fino ad oggi era stata solo un'attività amatoriale per i 25 fanesi, formati alla scuola di musical Capogiro Danche & Theatre di Simona Paterniani, si trasforma in professione.

"E' la dimostrazione che i sogni possono realizzarsi" dice la Paterniani, direttrice di Neverland di cui è anche regista e coreografa. Sono passati sei anni dal primo musical prodotto da Capogiro. Da Mary Poppins al Re Leone è stato un crescendo di qualità, passato per Shrek, Il mago di Oz e Peter Pan. "La professionalità e la bravura di tutti è cresciuta sino ad arrivare ad esibirci sul palco del teatro della Fortuna di Fano dove abbiamo debuttato il 20 e 21 luglio 2015 – prosegue - grazie alla Fondazione che ha creduto in noi".

L’eco di quel successo non si è mai placato permettendo alla Compagnia Neverland di esibirsi sempre con date sold nei teatri della nostra provincia (Teatro della Concordia San Costanzo, Teatro Bramante di Urbania, Teatro Angel Dal Foco di Pergola).

"Il produttore Franco di Spirito di TeatroLandia ci ha contattato dopo aver visto un nostro video su Youtube – racconta la direttrice –. Quando ci ha invitati a Genova per offrirci un contratto mi è venuto da piangere per l'emozione. Fa questo lavoro da 40 anni e seleziona compagnie di qualità. Ci offre viaggio, vitto e alloggio e anche un compenso per tutti".

La compagnia è formata da 25 elementi (cantanti, attori e danzatori) con età compresa tra i 14 e 50 anni, tutti di Fano e dintorni. "A Roma, il 10 e 11 dicembre faremo 4 spettacoli in due giorni – aggiunge – ed è una bella scommessa anche fisicamente. Poi partiremo per una tournée nazionale di una trentina di date... anche per le prossime produzioni".

Una sfida incredibile ma che non è l'unica, perché mentre stanno preparando Aladin che debutterà il prossimo giugno (l'ennesimo riadattamento di un copione esistente), a Capogiro stanno pensando anche di creare un musical tutto loro, con musiche originali composte dal Maestro (fanese) Stefania Paterniani. Il soggetto è ancora top secret ma di certo è che sarà tutto made in Fano con lo stesso motore tecnino: Enrico Terminesi si occupa del service Audio Luci, Alessandro Gobbi è il fonico, Daniele Mancini Palamoni e Luca Vassilich sono gli scenografi, Officine Operà curano i costumi, Angela Montrone al trucco teatrale e a Zarza Parrucchiere invece è affidato il parrucco del cast.

Un punto di arrivo per la compagnia che è anche e soprattutto un punto di partenza per la nuova produzione. E’ infatti partita da qualche giorno la ricerca di attori, cantanti e danzatori per il nuovo spettacolo. "Un'opportunità per i giovani del nostro territorio, non solo per dimostrare il proprio talento ma anche uno sbocco lavorativo nel mondo dello spettacolo: I candidati devono inviare curriculum, eventuali link a video o foto, entro sabato 23 aprile 2016 all’indirizzo capogirofano@gmail.com.".