Italia news
        

Leggi il giornale         Prova GRATUITA

SAN MARCO ALLE PALUDI

Il comitato diventerà associazione
Monsignor Albanesi: "Saremo severi"

Il fondatore della Comunità di Capodarco definisce "alta" l'attenzione posta sui problemi che potrebbero sorgere nell'area. "Saremo contro ogni decisione che squilibri l'habitat della valle, fino a fare della questione un caso nazionale''

Dimensione testo Testo molto piccolo Testo piccolo Testo normale Testo grande Testo molto grande
Fermo, 23 gennaio 2008 - Commentando i risultati dell'assemblea che si è tenuta a proposito dei progetti che interessano l'area di San Marco alle Paludi, monsignor Albanesi definsce "alta" l'attenzione posta sui problemi che potrebbero sorgere. All'assemblea hanno partecipato 600 cittadini, il sindaco Di Ruscio, l'assessore regionale Paolo Petrini e il presidente della Provincia di Ascoli Massimo Rossi.

 

 

Monsignor Vinicio Albanesi, fondatore della Comunità  di Capodarco e parroco di San Marco, ha annunciato che il comitato spontaneo continuerà il monitoraggio delle eventuali decisioni, con particolare attenzione alla collocazione della centrale biomasse, ritenuta non idonea dalla maggior parte dell'assemblea; alla necessità di una rivisitazione dei piani urbanistici riguardanti San Marco; alla necessità della dotazione di infrastrutture - una piazza, un parco, un centro sociale e una scuola - tutt'ora assenti; alla costituzione di un Parco naturale Alberelli lungo il fiume Tenna"

 

Albanesi annuncia che il Comitato, che si costituirà in associazione legalmente riconosciuta, ''sarà severo contro ogni decisione che squilibri l'habitat della valle, fino a fare della questione un caso nazionale''. Domenica 27 gennaio il comitato si radunerà per scrivere le proprie considerazioni specifiche al sindaco, all'assessore Petrini, al presidente della Provincia










Se il codice risultasse illeggibile CLICCA QUI per generarne un altro

 

LA FOTO DEL GIORNO

Adriana Bartali, moglie di Gino Bartali

Ricordando Gino Bartali

A Servigliano, la moglie (nella foto) e il figlio hanno raccontato di come 'Ginettaccio' salvò la vita a 800 ebrei, 'biciclettando' tra Firenze e Perugia

Mister Blues

Questo pazzo
pazzo mondo

Curiosità dalla Rete

e non solo

a cura di Matteo Leonelli