Porto San Giorgio (Fermo), 7 febbraio 2018 - Nel decennale della fondazione della compagnia marchigiana Teatro Sovversivo va in scena la commedia nera Pigreco Terzi. La nuova produzione del regista Lorenzo Bastianelli sarà domenica alle 17.30 al teatro comunale di Porto San Giorgio all’interno della rassegna di teatro d’avanguardia Sottopassaggi.

Dieci anni dopo “Azione sovversiva segreta” la prima produzione di Teatro Sovversivo, il gruppo made in Marche è pronto ad offrire agli spettatori uno spettacolo emotivamente forte e coinvolgente. Avere dubbi sul significato della propria esistenza è qualcosa che accomuna ogni uomo. Arriva per tutti il momento di chiedersi: “Perché viviamo? Che senso ha la mia vita? Cosa ho compiuto fino ad oggi?” Ad una domanda universale nella sua ripetitività, la risposta non è altrettanto universale. C’è chi cerca di silenziare la propria voce interiore per non stare male, chi invece sente di aver trovato la risposta in uno scopo, come vivere un amore, e c’è chi, come Hilbert, l’eroe dello spettacolo Pigreco Terzi, che trova la risposta ai suoi tormenti esistenziali pianificando una sparatoria.


Paolo Hilbert è il protagonista di PigrecoTerzi. Non è un politico di successo, un artista o uno scienziato: è un impiegato come tanti altri. E decide, con freddezza e disprezzo, che l’unico modo possibile per consegnare il suo nome ai posteri sia compiere una strage. PigrecoTerzi è una rielaborazione in chiave contemporanea del racconto Erostrato di Jean-Paul Sartre, edito nella raccolta Il muro del 1939. Il racconto è a sua volta ispirato alla storia del pastore greco Erostrato, che, per immortalare il suo nome, incendiò e distrusse una delle sette meraviglie del mondo: il tempio di Artemide.

La drammaturgia di PigrecoTerzi ruota attorno a Paolo Hilbert, un recluso, un voyeur che per affermare il proprio rifiuto degli uomini spara sulla folla. Questo atto costituisce la massima espressione della sua esistenza: un gesto sensazionale, alla ricerca della gloria. Un atto forte, di protagonismo. Il riferimento alle pagine nere del terrorismo degli ultimi anni non è casuale. Parigi, 2015. Oslo, 2011, Las Vegas, 2017: si spara sulla folla. Questi tre attacchi, i più letali e sconsiderati del mondo occidentale, combinati, mietono 214 vittime. Come società umana non possiamo che chiederci come sia possibile concepire atti di tale insensata violenza: Teatro Sovversivo ha deciso di riflettere su questo tema scomodo e con cui conviviamo tutti i giorni. Biglietti: intero 8 euro, ridotto 6 euro. Info e prevendite: www.vivaticket.it e biglietterie convenzionate Amat.