Fermo, 22 giugno 2017 - IN occasione della “Notte romantica”, che si celebra a livello nazionale sabato prossimo, promossa dall’Associazione dei Borghi più belli d’Italia, Fermo aderirà con la «sua» Torre di Palme. Per celebrare l’amore ed il romanticismo in questo borgo che si può solo amare, complice la storia della grotta degli amanti, sono in programma cene a tema nei ristoranti che hanno aderito. E in concomitanza con la festa dell’amore, il Comune ha organizzato Torre d’Incanto, sabato e domenica, dedicato a tutti i bambini e non solo.

«La valorizzazione di Torre di Palme prosegue – ha dichiarato l’assessore alla cultura e turismo Francesco Trasatti - con tutta una serie di azioni che vanno da una nuova edizione di Torre d’Incanto, più ricca rispetto allo scorso anno per la gioia di bambini e non, per spaziare poi all’attenzione che anche i media hanno voluto riservare a questo borgo, con un bel servizio su National Geographic e con un interessante reportage su Marcopolo tv. Occasioni per promuovere questo borgo entrato di diritto fra i più belli d’Italia e che ha partecipato all’assemblea nazionale tenutasi qualche giorno fa in Sardegna, facendoci sentire parte attiva di una grande famiglia votata alla bellezza». In Sardegna è stato presente il consigliere Massimo Tramannoni che ha avuto modo di far conoscere un luogo di assoluto pregio.

Per Torre d’Incanto, dalle ore 17 di sabato, le fiabe prenderanno vita e tra espositori a tema, mostre, truccabimbi, laboratori magici, cantastorie, orchi e giullari, ci si potrà immergere in un’atmosfera magica e d’altri tempi. Protagonisti saranno i bambini che potranno venire già vestiti da gnomi, fatine, folletti e animali del bosco, potranno partecipare ai laboratori delle Super Teppe e assistere agli spettacoli del Teatro Verde, Lagrù ragazzi, Jubal Melodia Antiqua e del giullare Gianluigi Capone. Potranno anche divertirsi con i gonfiabili, la giostrina e i giochi di una volta. L’evento, organizzato da Aptl e Eventi no stop con il patrocinio del Comune, ha visto anche la collaborazione della Società Operaia di Torre di Palme e dell’sssociazione Turris. Gli orari sono: sabato dalle ore 17 alle 24 e domenica dalle 17 alle 23; sarà a disposizione un trenino che collegherà Marina Palmense a Torre di Palme.

Ma la zona di Torre di Palme non è solo magia, a febbraio, durante gli scavi per un gasdotto, sono state rinvenute venti sepolture, parte di una necropoli picena del VI sec. a.C. Di questa importante scoperta, di cui si sta occupando per la Soprintendenza delle Marche Giorgio Postrioti, riferisce anche un bel servizio nel numero di giugno di National Geographic Italia.