Fermo 10 ottobre 2017 - Tanto fumo e, fortunatamente, niente arrosto. Parafrasando un vecchio detto popolare si può riassumere così la disavventura vissuta questa mattina da un gruppo di ragazzi diretti a scuola in pullman.

Mancavano pochi minuti alle 8, quando un autobus della Steat, proveniente dalla costa e diretto verso Fermo, ha iniziato a fumare. A quell’ora il pullman era affollato di studenti e l’autista, accortosi che qualcosa non andava, ha subito accostato dopo la rotatoria di Santa Petronilla, nei pressi dell’Inrca, ed ha fatto immediatamente scendere i ragazzi e gli altri passeggeri a bordo. Nonostante l’allarme, a causa del fumo che usciva dalla parte posteriore dell’autobus, la situazione è stata gestita con la massima serenità. Una volta scesi e tranquillizzati, i passeggeri sono stati accompagnati a destinazione con un mezzo alternativo.

“Si è trattato di una piccola perdita di olio sul collettore di scarico – ha spiegato il direttore della Steat, Pino Rutolini, subito informato dell’accaduto – ma i passeggeri non hanno corso alcun rischio. La perdita ha causato un po’ di fumo, ma non ne sono scaturite fiamme. Esaminando la situazione con i meccanici ci siamo resi conto che il mezzo avrebbe anche potuto finire il servizio, ma l’autista, in quel momento, ha fatto benissimo a far scendere i ragazzi e ad usare l’estintore, anche se la schiuma antincendio ha ulteriormente alimentato la produzione di fumo. In ogni caso voglio tranquillizzare tutti gli utenti: non c’è stato alcun pericolo di incendio”.