Fermo, 8 settembre 2017 – La banda ultralarga è tra noi. Internet veloce non è più un sogno a Fermo, dove un investimento di oltre 1,2 milioni di euro ha consentito di raggiungere con la fibra ottica oltre 10mila abitazioni. Buone notizie anche sul fronte della telefonia mobile, visto che il 4G Plus d Tim, già disponibile in città, permetterà ai fermani di navigare a una velocità doppia rispetto al 4G standard.

Il tutto grazie agli interventi infrastrutturali presentati oggi dal sindaco Paolo Calcinaro, dall’assessore all’Innovazione, Savino Febi, e Massimo Bontempi, responsabile Access Operations Marche di Tim. È stata proprio l’azienda di telecomunicazioni a realizzare la nuova rete in fibra ottica Ngan (Next generation access network) e la mobile 4G e 4G Plus. Per la posa dei cavi sono state utilizzate le infrastrutture esistenti sia di proprietà di Tim sia pubbliche, come ad esempio quella per la pubblica illuminazione. E gli scavi sono stati effettuati con tecniche innovative e strumentazioni a basso impatto ambientale. Il risultato? Oltre 34 chilometri di cavi in fibra ottica che collegano una rete di 86 armadi stradali alle centrali di Fermo Centro, Fermo Santa Lucia, Lido di Fermo e Porto San Giorgio. Ora gran parte della popolazione e delle imprese potrà sfrecciare in rete a 200 Megabit al secondo.

“Si tratta di un passo importante che conferma il lavoro a braccetto, in tandem, già partito dal 2015”, commenta il sindaco Calcinaro. “Questo nuovo servizio che i quartieri di Fermo già ci chiedevano sin dal nostro insediamento – aggiunge - non è di certo un orpello ma una necessità per il territorio comunale che ha già raggiunto l’85%”. E promette: “Poi, come previsto dal piano di sviluppo, verranno raggiunte anche Marina Palmense e Torre di Palme, e un investimento strutturale sarà fatto anche per Campiglione e Girola”.

Soddisfatto anche l’assessore all’Innovazione tecnologica, Savino Febi: “Oggi a Fermo si compie un importante passo avanti nell’abbattimento del divario digitale, mai tanto importante in ogni settore della vita quotidiana.”

“Siamo lieti che Fermo sia tra le principali città italiane ad avere infrastrutture di rete di TLC moderne e in continua evoluzione, che consentono ai cittadini e alle imprese di usufruire di servizi innovativi, contribuendo allo sviluppo dell’economia locale e alla sempre maggiore efficienza dei servizi urbani, ad esempio nel campo dell’infomobilità e in quello della sicurezza”, conclude Massimo Bontempi, responsabile Access Operations Marche di Tim, che tiene a sottolineare: “Nell’ambito del programma nazionale per lo sviluppo delle reti a banda ultralarga fissa e mobile, Tim ha deciso di dedicare alla città di Fermo una quota significativa del proprio piano di investimenti”.