Sant'Elpidio a Mare (Fermo), 18 giugno 2017 - Maltratta continuamente gli anziani genitori, con botte, minacce e vessazioni fisiche e psicologiche, li costringeva a vivere in una mansarda angusta e buia e, per questo, al termine di accurate indagini condotte dai carabinieri della locale stazione, M. C., 30 anni, nullafacente, è stato allontanato dalla casa di famiglia.

La misura cautelare è stata emessa dall’autorità giudiziaria di Fermo proprio in seguito ad indagini e accertamenti per i continui maltrattamenti e lesioni verso il padre e la madre, ed eseguita dai carabinieri di Sant’Elpidio a Mare. I militari hanno verificato anche che il trentenne pretendeva dai suoi genitori cure e attenzioni di ogni genere, aveva richieste di vario tipo e se non venivano prontamente esaudite, si scatenava la sua furia incontrollabile che sfogava sui due anziani.

Nonostante non avesse alcuna occupazione, l’uomo esigeva dal padre e dalla madre, il mantenimento economico, l’acquisto di capi di abbigliamento griffati e, ogni qual volta i due coniugi cercavano di riportarlo alla ragione o contestavano queste continue richieste, questo li aggrediva violentemente, obbligandoli a cedere alle sue pressioni. Un comportamento talmente irascibile quello del trentenne, che aveva fatto allontanare il resto della famiglia: i parenti, per timore di subire lo stesso trattamento dei poveri genitori, evitavano di andare a fargli visita. I due anziani erano rimasti soli, in balia delle intemperanze incontrollabili del loro ragazzo. Tante situazioni che sono state puntualmente documentate dai carabinieri che, nelle loro indagini, si sono potuti avvalere anche della testimonianza di vicini e conoscenti. Una volta consegnato l’esito degli accertamenti all’autorità giudiziaria, è stato emesso il provvedimento di allontanamento del trentenne dalla casa dei genitori.