Fermo, 30 dicembre 2017 – Amedeo Mancini, il 40enne fermano che aveva provocato la morte del profugo nigeriano Emmanuel Chidy Mamdi nel luglio 2016, sarà scarcerato in queste ore.

Il provvedimento è stato disposto in seguito all’accoglimento del ricorso presentato dai legali del 40enne, gli avvocati Francesco De Minicis e Savino Piattoni. Mancini era nuovamente finito in cella circa due settimane fa a causa di un guazzabuglio giurisprudenziale, legato ad un’interpretazione soggettiva del Procuratore della Repubblica e ai ritardi sulla nuova legge Orlando.

image

Finisce definitivamente l’odissea giudiziaria del 40enne fermano che era finito in carcere la prima volta pochi giorni dopo la tragedia. Durante le indagini, era poi stato dimostrato, essere stato aggredito lui per primo.