Ponzano di Fermo (Fermo), 29 ottobre 2017 -  "Aspettiamo gli esiti dei referti medici della ragazza e di ascoltare la versione del conducente dell'auto per poi procedere all'eventuale denuncia dei fatti di reato". Sono le parole del capitano dei carabinieri della Compagnia di Fermo Roland Peluso in merito al procedere delle indagini sull’inquietante accadimento di questa mattina che ha visto il ferimento di una quarantenne marocchina in circostanze ancora da chiarire. Erano le 10.30 circa quando la donna è stata soccorsa a seguito dei traumi riportai in un investimento d’auto (non si sa se volontario o accidentale) avvenuto in località Capparuccia a Ponzano di Fermo.

La quarantenne era salita a bordo di una Volkswagen Passat con un conoscente di nazionalità romena ed entrambi erano arrivati in Italia da circa venti giorni per trovare lavoro. Tra i due si è accesa una violenta lite al punto che la donna – non si sa se di sua spontanea volontà o costretta dall’uomo al volante – è scesa dall’auto per poi portarsi sul cofano della macchina con l’intento di impedire all’uomo di ripartire. Al contrario il romeno avrebbe ingranato la marcia e la donna sarebbe caduta e sarebbe stata investita riportando traumi agli arti inferiori, mentre il conducente è scappato. La quarantenne, subito soccorsa, è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Fermo. Una dinamica ancora da chiarire e una vicenda su cui indagano i carabinieri di Fermo. Il fatto si è verificato sotto gli occhi di diversi testimoni che in un primo momento avevano riferito di una violenta aggressione subita dalla donna.