Fermo, 8 febbraio 2018 - "Rapina in corso". Quando nelle sale operative delle forze dell’ordine si accesso il display del sistema di sicurezza collegato con la tabaccheria di via Garibaldi 165 a Porto San Giorgio, polizia e carabinieri si sono precipitati nei pressi dell’esercizio commerciale, ma era solo un falso allarme: un bambina per errore aveva spinto il pulsante. 

Sono stati attimi concitati quelli vissuti ieri pomeriggio in centro quando tutti hanno pensato ad un colpo in atto in una tabaccheria. 

Di questi tempi poi, in cui furti e rapine sono all’ordine del giorno, l’intervento delle forze dell’ordine è stato più che tempestivo. Quando il titolare dell’esercizio commerciale si è visto arrivare carabinieri e polizia, è rimasti però sorpreso, perché non era stato lui ad attivare l’allarme. Probabilmente una bambina che si trovava all’interno della tabaccheria insieme alla mamma, ha spinto il pulsante senza accorgersene, scatenando il finimondo.