Porto Sant'Elpidio (Fermo), 13 ottobre 2017 - Sono circa 45 le telecamere del sistema di videosorveglianza installate in almeno 20 punti strategici in città e per le quali è stata effettuata di recente una ricognizione, dopo gli interventi di implementazione e ammodernamento, i cui esiti sono stati comunicati anche alla Prefettura. Tutti gli apparecchi sono collegati alla centrale di controllo, sistemata nella sede della Polizia locale e, in alcuni casi, le videocamere acquistate dal Comune presentano caratteristiche tecniche più avanzate rispetto alle altre di tipo più tradizionale.

In particolare, ce ne sono tre ‘ad ottica fissa a colori’ installate nella zona sud della città, rispettivamente su via Mazzini e sulla rotatoria sulla Statale 16, cui è stata aggiunta una postazione mobile, che consentono la lettura delle targhe dei veicoli e di collegarsi con le banche dati per il controllo in tempo reale, dell’esistenza e della regolarità della copertura assicurativa, della revisione se effettuata o meno, se il veicolo rientra nell’elenco di quelli oggetto di furto o se compare nella cosiddetta black list di auto ricercate per motivi legati ad episodi criminosi. Di telecamere ne sono state sistemate 9 nella sede municipale centrale: 3 nell’atrio del secondo piano; 2 sulle balconate; 1 nell’atrio al primo piano; 3 nell’atrio del piano terra, dove c’è l’ingresso principale. Controllata anche la sala consiliare di Villa Murri, con 3 apparecchiature.

Altri punti sensibili, individuati e monitorati: la rotatoria in zona Fratte (centro commerciale Auchan); all’incrocio tra via Mar Baltico e via Mar Egeo; all’intersezione della Statale 16 con la provinciale Cascinare (Fonte di Mare); all’inizio del lungomare nord (incrocio con via Trieste); sul viale della Vittoria (lungomare centro); all’inizio di via Battisti. Una buona concentrazione di ‘occhi’ è stata creata intorno a piazza della Repubblica, dove c’è la stazione ferroviaria con la sede della Polizia locale: telecamere sono state collocate all’ingresso del Comando, nel parcheggio della stazione (via San Francesco d’Assisi), nell’autorimessa dei veicoli della municipale; nell’area antistante la sede staccata del Comando. Altro punto critico sottoposto a sorveglianza video è tra via Cinque Giornate e Largo della Resistenza; all’intersezione tra via Milano e il lungomare sud e in via Marina.