Porto Sant'Elpidio (Fermo), 18 marzo 2017 - Si sono contesi la zona di marciapiede dove prostituirsi a colpi di coltello e solo il tempestivo intervento dei carabinieri ha evitato che la disputa si trasformasse in tragedia.

E’ accaduto ieri notte lungo la strada statale Adriatica e protagonisti del violento episodio sono stati due transessuali di origini brasiliane. I due hanno iniziato a discutere per chi avesse il diritto di occupare quella zona e, dopo una focosa discussione, sono passati alle mani. Ne è scaturita una violenta scazzottata durante la quale, uno dei due ha tirato fuori un coltello. Tante le persone attirate dalle grida, tra loro anche alcun prostitute della zona, che, vista la violenza con cui si stavano affrontando i protagonisti della rissa, hanno allertato il 112. Sul posto sono immediatamente intervenuti i carabinieri della stazione di Porto Sant’Elpidio impegnati nei servizi di controllo. In pochi attimi i militari si sono portati sul luogo delle disputa, scongiurando così il peggio, anche se, vista la ferocia dei due contendenti, non è stato facile riportare la calma.

Uno dei transessuali, dopo essere stato condotto in caserma per essere identificato, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Fermo per il reato di minaccia aggravata e porto di strumenti atti ad offendere.