Fermo, 8 gennaio 2018-  Ha chiuso i battenti nella tarda serata di ieri, dopo un ultimo weekend da record per numero di visitatori, la mostra dei presepi alle Piccole Cisterne aperta l’otto dicembre. Una edizione che ha fatto registrare la presenza di oltre ventimila visitatori provenienti dall’Italia e molti anche dall’estero: numerose le comitive e i gruppi di turisti che hanno riscoperto Fermo, le sue bellezze storico artistiche e allo stesso tempo hanno potuto godere dell’affascinante tradizione della natività.

Ovviamente soddisfatti della grandissima partecipazione di visitatori gli Amici del Presepe di Fermo, Natalino Mattieto, Donatella Pieragostini e Domenico Nucci che, oltre all’allestimento, hanno curato la parte scenografica della mostra oltre a mantenere stretti contatti con tutti gli espositori: da ricordare, infatti, che sono state esposte sessanta opere di altrettanti maestri del Presepe.

«Non potevamo chiedere di più. La presenza di così tante persone e gli apprezzamenti ricevuti ci ripagano dei tanti sacrifici fatti per l’allestimento e per tenere aperta la mostra», hanno detto Natalino, Donatella e Domenico. A loro si unisce anche il presidente della Pro loco, Mauro Nucci, che ricorda anche il grande impatto mediatico avuto dall’iniziativa, con decine di migliaia di contatti attraverso i social.

Soddisfatto anche il sindaco, Paolo Calcinaro, che ha visitato in più occasione la mostra e ha toccato con mano sia la grande affluenza sia la provenienza dei visitatori che hanno riempito oltre centoventi pagine del registro delle firme con relativi commenti tutti improntati alla bellezza della mostra. «Sono felice per gli organizzatori del successo riscosso dalla mostra. Anche l’altra sera (pomeriggio dell’Epifania; ndr) ho visto di persona la grande affluenza a dimostrazione di un Natale vivo che ha riportato Fermo, dopo la stagione del sisma, al centro di nuovi e interessanti flussi turistici, con numerose comitive anche da fuori regione. Le presenze nelle strutture museali (oltre duemila gli ingressi registrati dal Sistema Museo; ndr) rispetto allo scorso Natale sono triplicate», ha finito il sindaco.