Fermo, 5 ottobre 2017 – “Un altro taglio si abbatte sul territorio”. La Cgil torna a puntare il dito contro la “riduzione delle strutture e degli organici” negli enti pubblici del Fermano. Il segretario generale Maurizio Di Cosmo avverte con una nota che “è stato avviato un processo per la cancellazione anche della Agenzia delle Entrate”.

La prova? “Il direttore di Fermo è stato trasferito – spiega il sindacalista – e la responsabilità la assumerà ad interim il collega di Ascoli”. Tutto ciò avviene quando, secondo Di Cosmo, “alla luce dei dati sull’evasione e sul lavoro nero e sommerso, ci sarebbe bisogno di rafforzare le strutture pubbliche addette al recupero delle risorse sottratte al fisco”.

Soprattutto in “un territorio debole e privato sempre di più della presenza dello Stato”. In questo quadro fosco, tuttavia, Di Cosmo trova una luce: “È da cogliere positivamente la scelta in senso contrario del Comune di Fermo, che sulle partecipate non svende né privatizza”.