Fermo, 2 aprile 2017 - La Fermana liquida anche la pratica Vis Pesaro, con un gol di Ferrante, e si avvicina ancor di più alla Lega Pro. A cinque giornate dalla fine del campionato mantiene nove punti di vantaggio sul Matelica, tanti da far sognare i tifosi che hanno festeggiato insieme alla squadra, dopo averla spinta per tutta la partita. Una vittoria non facile, contro un Vis ben organizzata che soprattutto nel primo tempo ha frenato il gioco dei canarini, apparsi contratti rispetto alle gare precedenti.

Passa una buona mezzora, prima di aprire il taccuino. E’ la Fermana a rendersi pericolosa prima con Comotto, poi con Ferrante risultati gli attaccanti più pericolosi della Fermana. La Vis pur giocando un buon calcio ancora non è pervenuta. Al 40’, però, va vicinissima al gol: punizione si Mureno, palla deviata dalla barriera che va a scheggiare la traversa a Valentini battuto. Dopo due minuti di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi, dopo un primo tempo non bellissimo tecnicamente, ma con la Fermana che ha saputo controllare una Vis propositiva, ma mai pericolosa fatta salva la traversa appena accennata. La ripresa va via sulla falsariga del primo tempo, almeno fino al 19’, quanto ingenuamente Gennari si becca il secondo giallo e lascia la Vis in inferiorità numerica. La Fermana, già pericolosa sui calci piazzati, guadagna centimetri in area, approfitta subito della superiorità e passa in vantaggio dopo appena sei minuti con Ferrante (25’) pronto a raccogliere un calcio piazzato battuto alla perfezione da Ispas e di testa deposita sul palo lontano, dove Iglio non può arrivare. Tripudio in campo e sugli spalti. La partita in pratica finisce lì.

Mister Destro manda in campo Gadda, Cremona e Margarita per D’Angelo, Molinari e Valdes. Altrettanto fa mister Sassarini con Lignani, Massarucci e Cremonesi ma l’inerzia della gara è tutta della Fermana che nel finale sfiora il raddoppio prima con Gadda, poi con Comotto. Sei minuti di recupero poi la festa tutta a tinte gialloblù. La Lega Pro oramai si tocca con mano.

FERMANA (4//3/3): Valentini; Clemente, Comotto, Ferrante, Ispas; Manè, Misin, Valdes (9’st Gadda); Petrucci, Molinari (13’st Cremona), D’Angelo (32’st Margarita). A disposizione: Bottaluscio, Maghzaoui, Moretti, Musumeci, Fazzini, Di Pinto.
All. Destro.
VIS PESARO (4/2/3/1): Iglio; Ficola, Gennari, Del Pivo, Mureno; Grieco Raparo (26’st Lignani); Rossi (28’st Cremonesi), Comi, Tedesco (21 st Massarucci); Costantino. A disposizione: Stefanelli, Paoli, Rossoni, Dadi, Bugaro, Santucci.
All. Sassarini.
Arbitro: Marcenaro di Genova.
Reti: 25’ st Ferrante (F)
Note: terreno in buone condizioni, spettatori 3.201, dato comunicato dalla Società, compresi 125 ospiti. Ammoniti: Raparo, Gennari, Mureno (VP), Clemente, Petrucci, Misin, Cremona (F). Al 19’ del secondo tempo espulso Gennari (VP), doppia ammonizione. Angoli 5 a 3 per la Fermana; recupero 2+6.