Sant'Elpidio a Mare (Fermo), 11 luglio 2017 - "In Italia serve un partito dei ricchi che tuteli chi dà lavoro. Ha ragione Briatore e io sono pronto a fondarlo" sono parole dette al massmediologo Klaus Davi dall’artigiano per eccellenza delle calzature, il maestro Silvano Lattanzi che, da anni, nel suo stabilimento di Cura Mostrapiedi, crea scarpe di altissima qualità, considerate vere e proprie opere da museo, che raggiungono costi altissimi, anche 50mila euro al paio, e che sono indossate da alcuni dei più importanti uomini (e donne) del pianeta. Tanto per fare qualche nome: Arnold Schwarzenegger, Vladmir Putin, Nicholas Sarkozy e addirittura Benito Mussolini.

Le sue calzature fanno impazzire emiri e oligarchi e anche in Italia molti vorrebbero indossarle ma, come ammette lui stesso, "sono in pochi (stima 5000 persone, ndr) coloro che nel nostro Paese possono permettersele. Sicuramente fra questi c’è Fabio Fazio: con il suo maxi stipendio – chiosa il poeta delle calzature handmade – può permettersi i miei prodotti".

E arriva al punto che gli interessa di più: "Il rilancio del nostro territorio può avvenire solo attraverso chi dà lavoro e per questo sarebbe necessario un partito dei ricchi. Non inteso come una setta – si affretta a precisare – ma come un soggetto politico che non ostacoli chi crea impresa e offre lavoro a tanta gente".

"L’ipocrisia verso i ricchi è quanto di più negativo ci sia per il nostro Paese. Il lusso – sentenzia - è per pochi ma produrre ricchezza può dare tanto lavoro. Non dobbiamo essere spocchiosi e arroganti".

Prende le mosse da Sant’Elpidio a Mare un’altra iniziativa più o meno politica, promossa da imprenditori blasonati che qui sono nati, vivono e hanno insediato le loro aziende: dopo il movimento ‘Noi Italiani’ di Diego Della Valle (come ha sempre detto, rivolto soprattutto al sociale), adesso Lattanzi rilancia con la dichiarata volontà di creare un partito dei ricchi.