Porto San Giorgio (Fermo), 25 settembre 2017 – È targato Cuccù il mese di settembre per quanto riguarda lo sport sangiorgese. Francesca Cuccù ha trascinato la Renato Rocchetti alla conquista del primo posto nella classifica a squadre del Trofeo Coni. Le sue avversarie, provenienti da tutta Italia, si sono dovute arrendere di fronte ai 2.489 punti messi insieme nel triathlon dalla tredicenne di Porto San Giorgio. Un punteggio frutto delle ottime prove offerte in diverse discipline: il tempo di 9”71 nei 60 metri ostacoli, un salto in alto di 1,43 metri e la distanza di 11,23 metri raggiunta con il lancio del peso.

Niente male neanche la performance della sorella maggiore, Martina, anche lei in forza all'Atletica Sangiorgese. La pluriprimatista marchigiana ha brillato al 41esimo Memorial Musacchio, andato in scena a Isernia e riservato alle rappresentative cadetti delle regioni centromeridionali. Il balzo di 5,53 metri, suo nuovo primato personale, le è valso la vittoria nella gara di salto in lungo. Addirittura eroica Greta Rastelli, la quale, nonostante la rottura di un dito della mano pochi minuti prima della gara, ha primeggiato al Musacchio negli 80 metri con il tempo di 10”08. A medaglia anche la mezzofondista Lucia Crosta, terza nei 1.200 metri siepi con il tempo di 4’23”.

Pesa pure il medagliere della TAM Porto San Giorgio – Osimo – Corridonia ai campionati regionali individuali allievi, junior e promesse, che si sono conclusi con la conquista di quindici ori. Tra gli allievi hanno brillato Giorgio Olivieri nel lancio del martello (vittoria impreziosita dal record italiano) e nel lancio del peso (14,58 metri), Michele Diletti nei 400 e negli 800 metri, Giuseppe Baldinelli nei 400 metri ostacoli, Benedetta Trillini nel salto in alto (1,64 metri). Nella categoria junior si sono imposti Nikita Lanciotti nel salto con l’asta (3,10 m), Greta Luchetti nei 400 metri ostacoli, Debora Baldinelli nei 400 metri, Cristian Prioteasa nel giavellotto e Fabio Santarelli nel triplo. Tra le promesse sono finiti sul gradino più alto del podio Ilaria Del Moro nel giavellotto (39,72 metri), Giorgia Moriconi nella marcia e Gioele Giachè, grazie a una doppietta nei 100 e nei 400 metri.