Ferrara, 13 giugno 2017 - Nuovo nome, nuovo logo, nuovi sponsor e un palasport che si appresta ad ospitare grandi eventi. Il settimo anno della Pallacanestro Ferrara, che per la terza stagione sarà targato Bondi (il rinnovo del primo sponsor è certo e sarà su base annuale) si presenta all’insegna delle novità, alcune epocali, come il cambio di denominazione del sodalizio fondato nel 2011, che verrà ufficialmente presentato venerdì alle 18 a palazzo Roverella, in un incontro pubblico.

Fabio Bulgarelli ha colto l’occasione per dare alcune anticipazioni nell’ambito della presentazione del direttore marketing Roberto Tezzon e della responsabile della comunicazione Francesca Corazza. «Serve un cambiamento per dare il via ad un nuovo progetto – ha spiegato il presidente – che si comporrà anche di tanti sponsor che arriveranno da fuori Ferrara. E il nome nuovo per la società va visto anche in questa ottica. Ho pensato anche di lasciare in questi mesi, perché il momento economico è difficile per tutte le realtà sportive, ma Roberto Tezzon e Francesca Corazza saranno i miei nuovi riferimenti per cercare risorse e valorizzare al meglio questo prodotto, un patrimonio per la città».

Due anni di investimenti, perché poi scadrà la convenzione per l’utilizzo del palasport e tutto andrà ridiscusso, e per rilanciare questo progetto, che ovviamente ha bisogno di risultati importanti sul campo. «Ringrazio Adriano Furlani e tutti coloro che hanno lavorato per noi in questi anni – sono ancora le parole di Bulgarelli –, ma il gruppo di investitori a cui facciamo riferimento ha deciso di cambiare pagina, così abbiamo puntato su capitan Cortese e sul ritorno di Martelossi, che qui ha fatto benissimo. Vogliamo essere ambiziosi e puntare senza mezzi termini ai playoff, ne abbiamo le capacità e i mezzi». Un prodotto di qualità, il basket di serie A2, che Roberto Tezzon intende impreziosire con tante iniziative che convoglieranno risorse e sponsor.

«Arrivo dal mondo del calcio – spiega il nuovo direttore del marketing – e quando mi è stata chiesta una collaborazione con la società di basket ho aderito subito. Ho in testa un grande progetto, colgo grande interesse di sponsor da fuori nei confronti di Ferrara e pensiamo a degli eventi che inducano la gente a venire al palasport anche un’ora prima della partita, non solo al momento della palla a due».

Il palasport come contenitore di eventi e non solo di partite, per attrarre più sponsor. Ma le partite interne si giocheranno la domenica alle 18 o il sabato alle 20,30? «Non abbiamo ancora deciso – conclude Bulgarelli –, terremo conto di tutte le richieste e dei suggerimenti che riceveremo, ma molto dipende anche dalle risposte che avremo dagli sponsor. La società? Non escludo nuovi ingressi, se ne sta parlando».