Comacchio (Ferrara), 16 agosto 2017 - Dal Washington Square Park della Grande Mela all'elegante capitale degli Estensi, passando ancora una volta per i Trepponti di Comacchio. Non stiamo parlando di una maratona di New York che ha perso la bussola ma del 30esimo 'Ferrara Buskers Festival', la rassegna internazionale del musicista di strada che, anche in questa speciale ricorrenza, risuonerà per una notte tra i vicoli e i ponti della suggestiva cittadina lagunare. Dopo la tappa inaugurale mantovana di domani, infatti, il percorso di avvicinamento del 'Ferrara Buskers Festival On Tour' si sposterà di qua dal Po e, venerdì 18 agosto, farà sosta proprio in riva ai canali di Comacchio, ideale porta d'accesso per chi un tempo voleva raggiungere Ferrara dal mare o, in questo caso, da Oltreoceano. Sabato 20 e domenica 21, poi, lo show che si ispira alla scena musicale underground newyorkese raggiungerà finalmente il cuore del capoluogo estense, dove si stabilirà definitivamente, al netto di una puntatina a Lugo di Ravenna nella notte del 22, fino a sabato 27.

Buskers Festival, l’edizione del trentennale scatta il 17 agosto

La serata comacchiese, però, si annuncia davvero indimenticabile, innanzitutto per l'elegante scenario in bilico tra terra e acqua che le farà da sfondo, a partire dalle 21.30, ma anche perché garantirà un corposo assaggio dell'esercito di oltre 1000 artisti di strada che da tutto il mondo si riverseranno in terra d'Emilia. A guidare la fila saranno i No Funny Stuff, la jug band italo-americana che ha raccolto più consensi lo scorso anno, trionfando nella categoria invitati del contest 'Vota il tuo busker preferito', e che si esibirà in piazzetta Pescheria.

Non sarà questa, però, l'unica attrazione, visto che tutte le stelle in cartello a Ferrara passeranno prima per Comacchio, dai francesi Gunshot, di scena in piazza XX Settembre, al milanese Claudio Niniano, pronto a occupare il ponte di una barca ormeggiata di fronte alla Galleria Edgardo Fogli, fino ai preferiti del pubblico del 2016 tra gli artisti accreditati, gli Streetlovers, che invaderanno piazzetta del Rosario.

Porterà con sé dalle Canarie il proprio sound eclettico, invece, la Familia Flotante, che suonerà in piazza Folegatti, mentre le percussioni e le danze africane animeranno, sul retro dell'Ospedale Vecchio, l'esibizione del gruppo Africa Djembe Kaloba, prima di fare un salto a New Orleans insieme a Frog & Henry, restando comodamente seduti di fronte al duomo. Queste sono solo alcune delle proposte in programma, rese ancora più varie dalla presenza dei turchi Blouzouki, degli ungheresi WatchMe e degli argentini Mamihlapinatapai, perché per raccontarle tutte servirebbe uno spartito più lungo.