Ferrara, 18 giugno 2017 - Da Anna a Elsa di Frozen ai ‘baby’ protagonisti di SuperMario, dai protagonisti del filone fantascientifico steampunk, vestiti in stile Vittoriano, alle galassie sterminate di supereroi e di personaggi dei manga, i fumetti giapponesi. Il centro storico è letteralmente invaso dai cosplayers, gli appassionati di fumetti, serie televisive e film fantascientifici, che per il terzo anno consecutivo si sono dati appuntamento a Ferrara con il proprio, coloratissimo, armamentario di costumi. Sino a stasera, quando sul palco allestito in piazza Trento e Trieste saranno assegnati i premi per i migliori costumi e le performance più originali, la manifestazione proporrà incontri, giochi, stand a tema, presentazione di libri e animazioni.

Inaugurato ieri mattina, l’evento "FeComics & Games" ha subito richiamato un folto pubblico: "L’anno scorso abbiamo stimato la presenza di 25mila persone – afferma il promoter Franco Colla –, è chiaro che puntiamo a superare questo risultato". L’anno scorso, mescolato tra la folla e a caccia di ‘selfie’, c’era anche Norbert Fehrer alias Igor Vaclavic, l’efferato killer di Budrio; ovviamente nulla fa pensare a un suo ritorno, ma i controlli di Carabinieri e Polizia, pur discreti, sono subito scattati. Ma a scattare sono soprattutto le macchine fotografiche e gli smartphone.

Sul Listone, in piazza Municipale e in piazza Castello, stand riservati agli appassionati, e non solo, con gadget, capi di abbigliamento e persino cibo giapponese (per i super appassionati dei fumetti del Sol Levante); in un padiglione, un team di truccatori professionisti, pronto a trasformare i semplici spettatori in truci zombie. A proposito di morti viventi, ieri sera si è svolta la seconda edizione della ‘Zombie Walk’, con duecento partecipanti, provenienti da molte città italiane. Una sfilata in chiave horror, ma al tempo stesso una passione e una moda. Ad arricchire la manifestazione, la vera e propria ‘ludoteca’ allestita in Galleria Matteotti, dove senza sosta si disputano partite di giochi di ruolo e da tavolo. Sono una quindicina, chiude Colla, le associazioni che hanno aderito all’iniziativa. Che piace tanto ai bambini e ai ragazzi, ma cattura soprattutto gli adulti...
 

s. l.