Ferrara, 5 novembre 2017 - Un festival che quest’anno voleva essere più ridotto nei tempi, e invece alla fine arricchirà la programmazione cittadina con eventi lungo tutto il mese. Il 10 e l’11 novembre torna infatti Giallo Ferrara, la rassegna giunta alla quarta edizione che porta nella città estense gli scrittori e gli autori di genere più in voga nel panorama Noir, Thriller e Giallo, con incontri, workshop e attività.

«Quest’anno pensavamo di realizzare un’edizione semplice, riducendo a due anziché tre i giorni di festival – racconta Alberto Amorelli del Gruppo del Tasso (associazione che organizza l’evento) e direttore artistico di GialloFerrara –, invece alla fine quello che stiamo realizzando è un vero e proprio Novembre in Giallo, con iniziative che andranno anche oltre il festival». Tanti gli autori che quest’anno hanno infatti risposto alla chiamata da Ferrara, «un bel segnale – evidenzia Amorelli – che ci farà offrire una visione a 360 gradi su quanti e quali siano i sottogeneri della letteratura gialla». Se l’anno scorso l’hashtag per i social era #followtheyellow, segui il giallo, quest’anno, riprendendo ironicamente una famosa serie, l’idea è quella di taggare tutto con un bel #noiristhenewyellow, per tenere questi generi letterari in continuo confronto. Due saranno le anteprime di quest’anno: domani con Massimo Carlotto alle 18 all’Ibs e poi il 9 serata al Jazz Club, dove accompagnato dalle note dei Terza Classe folk band, Giulio Costa di Ferrara Off leggerà un racconto di Stefano Benni tratto dal libro Cari Mostri.

Il festival GialloFerrara inizia invece venerdì 10 novembre alle 11 nella sala Agnelli della Biblioteca Ariostea, con le «prime due regine del nostro poker di donne – spiega Alberto Amorelli – visto che quest’anno la presenza femminile è tantissima». Il direttore artistico del festival inaugura GialloFerrara con le autrici Sara Bilotti e Gabriella Genisi.

Con Elisabetta Cametti ed Eleonora Carta l’appuntamento è invece per sabato 11 novembre alle 11 (Sala Agnelli) per Le Lady del thriller: il lato duro del giallo. Il 10 novembre alle 14.30 (al Teatro Anatomico) si terrà invece l’atteso workshop di scrittura creativa con Francesca Bertuzzi, dove si parlerà della favola nera e della sua evoluzione fino al thriller e al noir contemporaneo. Ospiti ormai consueti della rassegna si avvicenderanno alle new entry, come Francesco Recami (presente l’11 alla libreria Feltrinelli alle 16.30).

Un nome uscito proprio in questi giorni, che arriverà a Ferrara per l’occasione (molto probabilmente la data da segnare sul calendario sarà il 25 novembre) sarà Matteo Strukul, autore della Trilogia dei Medici. Ma l’attesa più grande è per Nicolai Lilin, celebre autore di Educazione Siberiana, l’11 novembre alle 21 alla Sala Estense, dove si parlerà di favole noir. «Nuova sede di quest’anno, oltre alle consuete due librerie cittadine, Feltrinelli e Ibs, la Sala Estense e la Biblioteca Ariostea – racconta Amorelli – sarà il Korova, sede degli apertivi letterari durante il festival».