Bologna / Ancona / Ascoli / Cesena / Civitanova Marche / Fano / Fermo / Ferrara / Forli / Imola / Macerata / Modena / Pesaro / Ravenna / Reggio Emilia / Rimini / Rovigo

Tra i 'furbetti del fisco' anche baristi e idraulici

Black list in rete, le segnalazioni dei cittadini: quasi duemila i casi in provincia

 

di Federico Malavasi

Evasione fiscale a Ferrara: il sommerso diviso per categorie
Evasione fiscale a Ferrara: il sommerso diviso per categorie

Ferrara, 10 novembre 2013 - Baristi, costruttori edili e commercianti. Sono questi i settori che occupano i primi tre gradini del podio dell’evasione fiscale nella nostra provincia. A stilare questa classifica dei ‘furbetti del fisco’ è il sito internet evasori.info, che permette agli utenti di segnalare e raccogliere (in forma assolutamente anonima) i casi di evasione fiscale.

Oltre a raccogliere le segnalazioni, il portale evidenzia anche le somme stimate di ‘nero’ per categoria. Sono in tutto 1893 le segnalazioni arrivate al sito dal territorio ferrarese da quando è stato attivato il servizio (nel 2008), per un ammontare complessivo di 508.160 euro incassati senza rilasciare la ricevuta o lo scontrino. Come già accennato, al vertice della classifica dei guadagni nascosti all’occhio del fisco svettano i baristi.

Sono in tutto 779 le segnalazioni arrivate dal nostro territorio per un totale stimato di evaso da capogiro: si parla di oltre 111.800 euro. Medaglia d’argento ai costruttori edili che, stando alle segnalazioni arrivate, a Ferrara e provincia avrebbero evaso almeno 52.200. Terzo gradino del podio per i commercianti che, segnalati da 60 persone, avrebbero fatto ‘nero’ per poco più di 50mila euro.


Ma la classifica dei ‘furbetti’ è molto lunga. Appena sotto il podio si piazzano idraulici ed elettricisti, con lavori ‘in nero’ per 48.200 euro. Ottimo risultato nell’occultare i guadagni al fisco anche nel settore dell’assistenza sanitaria che, con la bellezza di 369 segnalazioni, totalizzano 39.700 euro di sommerso. Seguono a ruota i ristoratori che si sono ‘mangiati’ oltre 23.800 euro. Nei gradini successivi della classifica inizia poi una carrellata di professionisti, a partire da avvocati e notai con un sommerso di 21.950 euro su sole 7 segnalazioni. Seguono alcuni vigilantes che hanno prestato servizi senza fattura per un ammontare di 21.540 euro.

Si arriva poi agli assicuratori che hanno fatto ‘nero’ per oltre 20.500 euro, seguiti a breve distanza dai commercialisti, che hanno nascosto allo stato 20.060 euro, su sole tre segnalazioni. Tanti i ‘furbetti’ anche tra i meccanici che totalizzano 12 segnalazioni per un totale di oltre 16mila euro incassati senza ricevuta o fattura. Ed ecco arrivare i medici e i dentisti che, a differenza di tante altre province, a Ferrara non occupano i posti eccellenti della classifica. Ciò non toglie che, sempre stando alle segnalazioni arrivate al sito, non siano riusciti a nascondere all’Agenzia delle entrate un bel gruzzoletto, stimato intorno ai 14.700 euro.


Guardando la classifica dal punto di vista del numero di segnalazioni pervenute, la situazione cambia leggermente. Fermo restando il primo posto dei baristi, seguono i servizi di assistenza sanitaria con 369 segnalazioni. al terzo posto si piazzano invece i ristoranti da asporto e i servizi di catering (215 soffiate). C’è infine, tra i ‘finanzieri onorari’ chi non si è lasciato sfuggire proprio nulla: nemmeno quei 2 euro per un noleggio senza scontrino o 8 euro per l’acquisto di prodotti per la casa.

 

Federico Malavasi

Condividi l'articolo
404 - Resource not found
404 – Resource not found