Ferrara, 10 gennaio 2017 – Si chiama ‘Black Hole’ l’operazione della Polizia Provinciale di Ferrara che ha portato al sequestro, nel territorio di Mesola, di un’area di 300 mq di terreno inquinato. Due persone, i proprietari dei terreni confinanti, sono indagate per reati di tutela ambientale. Dai rilievi fatti con Arpae nella zona sequestrata, a ridosso di terreni agricoli e di abitazioni, sono stati trovati materiali contenenti amianto, e poi lamiere, grondaie e materiali oleosi che andrebbero smaltiti ovviamente diversamente. Ora, con tutte le documentazioni del caso, Arpae e il Comune di Mesola prenderanno tutti i provvedimenti del caso per bonificare al più presto l’area, mentre si accerterà l’eventuale responsabilità delle due persone indagate.