Ferrara, 12 marzo 2017 - Addio ombrelli colorati in via Mazzini. Scatta il no della Soprintendenza (e del Comune), che hanno bocciato, pare irrimediabilmente, la proposta dei commercianti di ripristinare, dal 1° aprile, l’allestimento che nelle scorse due edizioni era stato il più apprezzato e ammirato in città. «Ci hanno detto che si trattava di un’idea banale, ripetitiva, non corrispondente all’immagine di tutta la città e priva di valenza culturale», afferma desolato Claudio Forlani, già portavoce del comitato commercianti di via Mazzini e strade limitrofe. Gli esercenti hanno provato a rilanciare, legando l’iniziativa alla passione dilagante per la Spal: «Abbiamo suggerito di utilizzare ombrelli bianchi e azzurri, e d’intesa con la società di dedicare il sabato pomeriggio a iniziative che coinvolgessero in particolare i giovani, gli sportivi – prosegue Forlani –, ma anche questa idea ci è stata bocciata». La Soprintendenza, dopo il primo no del Comune, ha confermato il veto: «Ci è stato detto che nella via non ci deve essere niente in cielo, niente per terra, niente sulle pareti: al massimo avremmo dovuto organizzare qualcosa di artistico», conclude il commerciante, che non lesina critiche neppure all’Ascom. «Forse il successo della nostra iniziativa, organizzata in autonomia come quella dei cuori di via Carlo Mayr, faceva temere di perdere influenza».

Stefano Lolli