Ferrara, 15 marzo 2017 - Un esposto alla Procura della Repubblica e alla Prefettura, oltre che alla sezione regionale della Corte dei Conti. E’ l’iniziativa, cautelativa, adottata ieri dal presidente della Provincia Tiziano Tagliani, per denunciare la grave situazione finanziaria che non solo impedisce di approvare i bilanci 2017, ma che mette a rischio servizi fondamentali come la manutenzione delle strade e degli istituti scolastici. I tagli del governo alle Province hanno innescato la reazione degli amministratori, e l’Upi (Unione Province Italiane) ha promosso questa mobilitazione cui ieri Tagliani ha deciso convintamente di aderire. «La situazione deve essere risolta velocemente – commenta – e chiediamo al governo di trovare le risorse necessarie perché le Province, nel frattempo confermate in Costituzione dopo il referendum dello scorso 4 dicembre, possano svolgere le funzioni fondamentali che la legge ci affida». Per la sola Ferrara la situazione comporta conti in rosso valutati attorno ai dieci milioni e mezzo per l’anno in corso, a fronte di un impegno manutentivo su 850 chilometri di strade provinciali e 34 edifici scolastici (più 16 palestre) in cui entrano ogni mattina circa 14mila studenti.

Stefano Lolli