Ferrara, 7 febbraio 2018 - Prima ha cercato di uccidere la madre colpendola alla testa con un oggetto contundente e poi ha tentato di strangolare la nipote quindicenne, intervenuta per fermarlo. Un raptus di follia che per un soffio non ha avuto conseguenze tragiche. Il tutto è accaduto ieri mattina, intorno alle 7.30, in un’abitazione di via Guido Rossa, a Bosco Mesola. L’uomo, Demis Fogli, 40enne di Mesola, si è presentato a casa della madre e l’ha accredita con ferocia.

Attirata dalle urla, la nipote è salita dall’appartamento al piano di sotto e ha cercato di bloccare lo zio. Quest’ultimo si è rivoltato contro di lei, cercando di strangolarla. La giovane però, è riuscita a divincolarsi e a scappare, dando l’allarme ai carabinieri. Quando i militari sono arrivati sul posto si sono trovati davanti Fogli, che, per non farsi catturare, gli ha aizzato contro un cane. Alla fine, non senza fatica, i militari sono riusciti a bloccarlo e ad ammanettarlo. Dovrà rispondere di tentato omicidio. La donna è stata trasportata all’ospedale di Cona. Non sarebbe in pericolo di vita.