Comacchio, 13 aprile 2017 – Boom di presenze per il Museo Delta Antico di Comacchio nelle prime due settimane di vita del nuovo spazio espositivo. L’Ospedale degli Infermi di Comacchio, sede del museo, è stato una delle mete più frequentate a livello nazionale dagli appassionati di arte e archeologia. Quasi 6.000 ingressi già nella fine settimana del 25 e 26 marzo, che ha fatto coincidere l’inaugurazione del museo con la venticinquesima edizione delle Giornate Fai di Primavera.

Tra i 750.000 turisti che si sono messi in coda per ammirare uno dei mille beni culturali aperti in tutta Italia, proprio il Museo Delta Antico è risultato uno tra i più visitati, al pari dei sassi di Matera, del Palazzo San Michele di Bari e del Cimitero Monumentale di Pisa.

Fino a fine giugno il museo sarà aperto dal martedì alla domenica con i seguenti orari: 9.30-13; 15-18.30.

Durante il periodo estivo invece apertura tutti i giorni, per consentire ai turisti della costa di visitarlo.

È stato studiato un biglietto unico per tutti i musei e le Valli di Comacchio, che comprende gli ingressi al Museo Delta Antico, alla Manifattura dei Marinati, alla Casa Museo Remo Brindisi e la visita in barca agli antichi casoni da pesca.

Il Museo, inoltre, fa parte dei siti culturali visitabili acquistando Romagna

Visit Card, il pass che con biglietto unico permette di accedere gratuitamente o a sconto a un circuito selezionato di siti turistici, musei e attrazioni situati anche nelle province di Forlì-Cesena, di Ravenna e di Rimini.

Per il weekend di Pasqua, il Museo resterà aperto sia domenica 16 che lunedì 17 aprile, con un’apertura straordinaria a orario continuato, dalle 9.30 alle 19.