Ferrara, 2 febbraio 2017 - Anche i parenti stretti potranno avvalersi del meccanismo di ristoro previsti per i risparmiatori delle 4 banche. Il sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta ha preannunciato infatti parere favorevole a un emendamento del Pd al decreto salva-risparmio che dovrebbe essere votato nelle prossime ore.

Il testo estende la possibilità di ristoro per i risparmiatori delle vecchie Banca Etruria, Banca Marche, Carife e Carichieti, al «coniuge, il convivente more uxorio, i parenti entro il primo grado» che siano in possesso degli strumenti subordinati in questione «a seguito di trasferimento con atto tra vivi». Parere favorevole preannunciato anche per la proposta che consente la trasformazione integrale delle Dta in credito d’imposta anche per le Bcc. Mercoledì sera, intanto, approvate le prime proposte del relatore per rafforzare i requisiti di indipendenza degli esperti che devono occuparsi delle ricapitalizzazioni preventive, che non dovranno avere avuto rapporti con gli istituti da almeno 3 anni.