Ferrara, 24 agosto 2017 - L’ARCIVESCOVO Gian Carlo Perego ha ricevuto una delegazione del gruppo ‘Risparmiatori azzerati di Ferrara’ e ha tuonato il suo sdegno nei confronti delle cause che, a suo avviso, hanno determinato lo sconvolgimento del credito ferrarese. Perego ha ringraziato il gruppo per l’incontro, che ha permesso di delineare concretamente la «vergognosa e superficiale operazione finanziaria, condotta senza alcun senso di responsabilità che si è consumata nel mondo finanziario di alcune banche tra cui la Carife, una banca che era legata al territorio non solo in riferimento alle imprese, ma soprattutto al mondo delle famiglie e degli anziani».

NEI PROSSIMI incontri con i sacerdoti in ogni parrocchia dell’Arcidiocesi di Ferrara-Comacchio, il vescovo sensibilizzerà sul dramma delle famiglie, degli anziani che hanno perso il risparmio di una vita nel 2015, affiancando al terremoto ambientale del 2012, che ha colpito il nostro territorio, anche un terremoto sociale. «La dignità e al tempo stesso la determinazione che ho trovato nel gruppo dei risparmiatori azzerati – ha commentato l’Arcivescovo – sono un segnale che testimonia forza e speranza. Il 30 ottobre prossimo, vigilia della giornata del risparmio, celebrerò una messa alle 18 in Cattedrale con il mondo dei risparmiatori azzerati, quale segno di una Chiesa vicina al dramma di tante famiglie e persone, oltre che per chiedere al Signore che cresca la responsabilità delle istituzioni perché sia fatta giustizia».