Ferrara, 29 dicembre 2016 - Testa a testa tra Vittorio Ferraresi e Sandro Bratti, con il deputato del Movimento 5Stelle davanti all’esponente del Pd per un’incollatura. Ed a Palazzo Madama, invece, Maria Teresa Bertuzzi da podio. E’ l’ideale pagella della ‘produttività’ dei parlamentari ferraresi, distribuita idealmente in questi giorni da Openpolis, l’associazione che da anni svolge il ruolo di osservatorio indipendente della politica. Il voto, non attribuito dunque in maniera soggettiva, tiene conto di alcuni fattori: si tiene conto degli atti presentati in Parlamento, o di cui i singoli politici sono stati relatori, del consenso ricevuto e infine della partecipazione ai lavori di Camera o Senato..

Ecco allora che nella graduatoria – il riferimento è ai parlamentari dell’Emilia Romagna – svetta Vittorio Ferraresi del Movimento 5Stelle: quinto assoluto (la classifica è aperta da Gianluca Pini della Lega Nord), con 346,28 punti che gli vale anche la 52ª posizione tra tutti i componenti di Montecitorio. Sandro Bratti del Partito Democratico è subito dietro, distaccato di pochissimo: per il presidente della Bicamerale sulle ecomafie, 344,85 punti e 54° posto nella graduatoria nazionale. Bratti è anche terzo nell’ideale gioco di squadra Pd (dietro il modenese Maino Marchi e la bolognese Donata Lenzi), mentre il rappresentante ex ‘Grilli Estensi’ stacca nettamente gli altri deputati del Movimento.

Se Ferraresi in qualche modo può essere considerato – anche in prospettiva delle eventuali elezioni anticipate – un emergente del Movimento 5Stelle, la terza deputata ferrarese, Paola Boldrini del Pd, naviga invece nelle retrovie, al quarantunesimo posto sui 45 emiliano romagnoli. E’ vero che il suo ingresso a Montecitorio è avvenuto solo un anno fa (è subentrata a Emma Petitti il 12 gennaio 2015), ma il distacco con gli altri è abissale. Appena 67,55 punti, e 525° posto su scala nazionale. Per la cronaca, tuttavia, batte Dario Franceschini, fermo a 61,54 punti: ma il ministro dei Beni Culturali, proprio per l’attività di governo non può aver macinato più dei 61,54 punti di cui è accreditato. Al Senato invece la ferrarese Maria Teresa Bertuzzi si piazza al terzo posto, con un eccellente 421,11 che le vale anche la diciannovesima posizione assoluta tra tutti i senatori.

Bertuzzi, che di recente ha presentato un’interpellanza in cui chiede la proroga dei termini per la presentazione delle domande di rimborso per i risparmiatori Carife, stacca nettamente la quarta in classifica, con un vantaggio di circa settanta punti.