Benevento, 17 dicembre 2017 - Più forte del Var, più forte di un gol che avrebbe potuto tagliare le gambe e le speranze. Più forte pure delle statistiche: prima vittoria in trasferta in questa serie A. La Spal batte il Benevento 1-2 dopo il terrore di essere andata sotto nonostante le tante opccasioni, la personalità e la necessità di fare punti. Lo deve a Floccari (doppietta) e al portiere Gomis che salva il risultato (FOTO).

Bella nel suo vestito più elegante, la Spal scende al Vigorito con i dispacci del pomeriggio. Verona, Sassuolo e Crotone vincenti e corsa salvezza che diventa bagarre. L’obiettivo è chiaro: tre punti. Tutto il resto è il pass per affondare nella fanghiglia della retrocessione.

Semplici sceglie la coppia Floccari – Paloschi per cercare la via del gol. Una via che pare spianata grazie a uno Schiattarella che gioca a tutto campo, Lazzari che dribbla avversari come un adolescente gli ostacoli in sella alla sua Bmx.

Il Benevento si arrocca dietro cercando il contropiede e alla Spal tocca onore e onere di fare la partita. Addirittura si cercano i cambi campo per innescare un Mattiello che ha il compito di infilarsi come una spina nel piede nella zona di Letizia e Ciciretti. Il salvacondotto per uscire dal blocco campano lo trova Schiattarella con una magia: al 30’ dipinge per il piede di Paloschi, il bomber controlla e infilza Belec. L’arbitro prima annulla e poi si affida al verdetto di un oracolo Var che che conferma il fuorigioco.

Il pallone torna a correre sulla roulette russa di un dentro o fuori e il Benevento tenta le sue sortite in avanti sempre con D’Alessandro. Il laterale sinistro ingaggia la sua tenzone con Lazzari e vola davanti a Gomis in due occasioni: al 19’ - bravo Vicari a scipparli palla – e al 45’ con Gomis che gli sbarra la strada. Le squadre sanno che devono vincere. I duelli fanno scintille tra caviglie e stinchi e il fischietto dell’arbitro Pasqua pesa. Pesa da matti come quando, 39 prima fischia un fallo dal limite (mani di Memushaj) poi annulla scegliendo la strana opzione della palla a due.

La ripresa parte con il copione del primo tempo, con la differenza che succede di tutto. Schiattarella si divora un gol e dopo sei minuti le Streghe passano: Ciciretti batte la punizione e Costa (con la complicità di Cremonesi) passa.

Paura, terrore. Ma ci pensa Floccari che al 20’ infila Belec su cioccolatino di Schiattarella. Pari e si ricominicia: il pari non basta. Passano tre minuti e Mattiello vola sulla sinistra, serve in mezzo e Floccari fa doppietta. Il resto è tutto nelle mani di un Gomis che salva tutto. La Spal c’è. Più viva che mai.

per rivivere tutte le azioni della partita clicca qui