Ferrara, 12 aprile 2017 - "Floccari infortunato e Zigoni squalificato? Nessun problema, gioca Finotto". L’assurdo cartellino giallo per simulazione sventolato al ‘Cobra’ sul campo del Brescia, con conseguente turno di stop ufficializzato ieri dal giudice sportivo, non turba mister Semplici, che nella sala stampa del 'Rigamonti' non ha fatto una piega affermando che nel match di Pasquetta contro il Trapani sarà Finotto ad affiancare Antenucci.

Del resto, da quando è arrivato a Ferrara l’allenatore fiorentino ha sempre alternato in maniera sapiente le punte a propria disposizione, in maniera particolare la scorsa stagione con Cellini, Finotto e Zigoni. Alla vigilia del campionato di serie B, la formazione tipo della Spal prevedeva il tandem formato da Antenucci e Cerri, che dal primo minuto hanno giocato assieme cinque volte con luci e ombre. Le difficoltà del talento di proprietà della Juventus (poi girato al Pescara nel mercato di gennaio) hanno consentito a Zigoni di scalare posizioni, diventando di fatto il partner dell’ex Leeds nella seconda fase del girone di andata.

La coppia Antenucci-Zigoni ha giocato assieme dieci volte (più di ogni altra in questa stagione), ma prima del match di Brescia non veniva proposta dall’ultima gara di andata. È evidente che l’arrivo in biancazzurro di Floccari ha rivoluzionato di nuovo le gerarchie, infatti nel ritorno il bomber calabrese è stato impiegato ben nove volte al fianco di Antenucci in un vero e proprio tandem da sogno per la categoria. Come si diceva, Semplici però mischia le carte spesso e volentieri, a volte per le caratteristiche dell’avversario, altre facendo di necessità virtù. 
Così, tre volte è toccato Zigoni-Finotto, una volta a Cerri-Zigoni, Cerri-Finotto e Floccari-Finotto, e cinque ad Antenucci-Finotto, la coppia che con tutta probabilità scenderà in campo contro la squadra di Calori lunedì prossimo. 

In pratica, il tecnico ha proposto tutti gli accoppiamenti possibili (a parte Floccari-Zigoni), anche se si notano alcune tendenze. Finotto, per esempio, è partito dieci volte da titolare, ma in due sole occasioni si trattava di una gara casalinga: in una di queste, contro il Brescia, ha però realizzato una splendida doppietta in coppia con Antenucci. Quelle reti contro le Rondinelle sono rimaste finora le uniche del campionato di Finotto, al quale ora si presenta una grossa opportunità, quella di diventare decisivo anche in zona gol.