Ferrara, 23 settembre 2017 - Più di duecento uomini in strada per una delle sfide più delicate per la Spal. Non solo sul prato del ‘Paolo Mazza’, ma anche sul fronte della sicurezza. Stando a quanto trapela, non ci sarebbero particolari timori riguardanti tensioni tra le due tifoserie. A complicare la situazione sarebbero invece il notevole afflusso di tifosi ospiti e la concomitanza con altre manifestazioni organizzate in città, tra cui il concerto in ricordo di Federico Aldrovandi.

Un’accoglienza che comporta quindi un lavoro notevole per le forze dell’ordine. Il dispositivo di ordine pubblico non può quindi che essere imponente imponente. A Ferrara sono attesi circa duemila tifosi napoletani, alcuni già arrivati ieri. Oltre ai 1.600 previsti nella curva ospiti, secondo le stime, circa duecento dovrebbero prendere posto in gradinata. Poi non si esclude che possano venirne altri, magari nella speranza di trovare un biglietto all’ultimo momento. È proprio quest’ultima incognita a preoccupare maggiormente chi si occupa di sicurezza. In ogni caso, gli ultimi dettagli sono stati definiti ieri, nel corso del tavolo tecnico. E oggi sarà il giorno della verità. La città è blindata e la viabilità intorno allo stadio praticamente paralizzata. In strada ci saranno circa 210 tra poliziotti, carabinieri, finanzieri e agenti penitenziari. Oltre ovviamente agli uomini della polizia municipale, impegnati a garantire l’osservanza delle disposizioni sul traffico. In supporto, è previsto l’arrivo di agenti dei reparti mobili di Bologna e Padova e dei carabinieri del Battaglione di Mestre. Lo schema è quello collaudato per la serie B ma con alcune modifiche per adeguarlo alle sfide della massima serie.

L’area ospiti è completamente blindata: off limits quindi corso Vittorio Veneto, e le vie Poledrelli, Fiume, Piave e Cassoli. L’area riservata alla sosta dei veicoli delle tifoserie ospiti oltre a corso Vittorio Veneto, da corso Piave a via Poledrelli, comprende ora anche il tratto di via Cassoli che dallo stesso corso porta a corso Isonzo e il tratto di via Fiume compreso tra il civico 7 e via Cassoli. Le pattuglie saranno all’opera già da stamattina. I servizi proseguiranno poi per tutto il pomeriggio e la sera fino a mezzanotte. Alla vigilia della partita, anche il sindaco Tiziano Tagliani ha detto la sua sul nodo sicurezza ai microfoni di radio Kiss Kiss. «Il nostro stadio è un piccolo impianto nel centro storico, i temi della sicurezza e dei percorsi di accesso e uscita sono diventati un po’ più complicati. Ho sentito la questura e il presidente della Spal: con un po’ di pazienza da parte di tutti ci si può divertire». Poi una nota sportiva. «Io sono tifoso della Spal – conclude –, sono stato entusiasta dell’inizio di campionato ma mi sono ripreso a forza di rigori. È all’altezza della categoria. Firmo subito anche io, come il presidente, per la salvezza della Spal e lo scudetto al Napoli».