Ferrara, 15 luglio 2017 - Nella prima amichevole stagionale, a Tarvisio la Spal supera il Tamai 4-0. È Lazzari a rompere gli indugi con uno slalom ubriacante sulla fascia destra, ma sul più bello non riesce a concludere a rete. Oikonomou fa valere i propri centimetri sugli sviluppi di un corner, però Zonta si supera e nega alla squadra di Semplici la rete del vantaggio. È una Spal compassata, che gioca per vie orizzontali e poi accelera in maniera prepotente sulle fasce con Lazzari e Costa.

L’occasione più clamorosa della prima fase di gara però è del Tamai: dopo un micidiale contropiede Alcantara si fa però ipnotizzare da Gomis, che con un intervento provvidenziale salva la propria porta. Passata la paura, la Spal comincia a macinare gioco, ma Paloschi non riesce a sfruttare i suggerimenti di Schiattarella e Antenucci. Il gol è nell’aria, e arriva puntuale al 28’ con Rizzo, che raccoglie un cross dalla sinistra di Costa e insacca. Galvanizzata dalla rete, l’ex mezz’ala del Bologna prende palla al limite dell’area e sfiora il raddoppio con una splendida parabola che finisce fuori di pochissimo. Nella ripresa, la Spal torna in campo con una squadra completamente diversa, infarcita di seconde linee e ragazzi del vivaio.

I biancazzurri però trovano subito la via del gol, bucando la difesa del Tamai sull’asse Finotto-Floccari: il primo si fa largo sulla sinistra e serve il bomber calabrese, che incorna imparabilmente per il 2-0. Floccari ci prende gusto e ingaggia un duello personale col portiere Andreatta, che gli nega tre volte la gioia della doppietta. Si mettono in mostra anche i giovani Artioli e Di Pardo, ma le loro conclusioni vengono deviate in calcio d’angolo. La Spal comanda le operazioni, però non riesce a sfondare con continuità la difesa friulana. Nel giro di due minuti però la squadra di Semplici si sblocca, realizzando la terza rete con una bella iniziativa di Schiavon (botta sul primo palo) e la quarta con l’ex Savona Murano (bomba sotto la traversa dopo uno stop pregevole).