Forlì, 17 marzo 2017 – Inps e carabinieri hanno scoperto 18 stranieri che non vivevano più in Italia eppure continuavano a percepire un assegno sociale da parte dello Stato. L’indagine ha passato al pettine fitto gli ultimi 5 anni di erogazioni da parte dell’istituto di previdenza, e ha portato a 8 denunce (sia nel Forlivese che nel Cesenate) e 10 sanzioni amministrative. L’erario ha subìto così un danno stimato in 110mila euro. Cinquanta i profili di stranieri controllati dai militari dell’Arma in collaborazione con l’Inps di Forlì-Cesena, tra i quali si annidavano i 18 irregolari. Ma l’indagine – effettuata dal comando provinciale dei carabinieri guidato dal colonnello Luca Politi – non è finita e verrà ora estesa a tutti coloro che percepiscono la pensione sociale per valutare l’eventualità di altri illeciti.