Forlì, 26 marzo 2017 - Diciotto famiglie, nove villette a schiera e tre corpi plurifamilari. È questo il progetto di cohousing che sta nascendo a San Martino in Villafranca e che coinvolge 50 persone. Un villaggio vero e proprio, composto da alloggi privati e corredato da ampi spazi comuni destinati all’uso comune (area verde, orto, parco…) e alla condivisione tra i cohousers, ovvero chi ci abita.

Un ettaro e mezzo dove costruire un nuovo ideale di vita, fatto di rispetto, condivisione decrescita dei consumi e sobrietà. Un progetto che parte da lontano (la prima idea è del 2008), che sfocia in una cooperativa nata nel 2010 e che, da qualche mese, sta vedendo realizzato il suo sogno. Un investimento totale di oltre quattro milioni di euro, ma che non si può calcolare in termini di rapporti umani. Perché l’obiettivo finale, quello di creare una comunità, non sarà facile da raggiungere, ma la grande casa azzurra (il cuore pulsante delle Casefranche, dove il ‘villaggio’ si riunisce per incontri, condivisioni e progetti da coltivare) è sempre al centro, a ricordare a tutti dov’è puntato il mirino.